Nel rapporto si segnala il rischio di "politicizzazione"
"Sugli assetti ospedalieri
decida il Consiglio di Stato"
PATRIZIA GUENZI


Quello ticinese è uno dei pochissimi casi a livello nazionale. L'esperto Willy Oggier nel suo rapporto consegnato al governo non ha dubbi nel definire eccessivamente contorto l'iter che le norme ticinesi impongono per la pianificazione ospedaliera. L'ultima parola spetta al parlamento e ciò, secondo Oggier, implica procedure troppo lunghe. Ma soprattutto segnala il rischio di una "politicizzazione" dei vari processi decisionali.
Analisi e decisioni, secondo l'esperto, devono assolutamente essere adottate tenendo conto di parametri oggettivi, ovvero facendo una sorta di fotografia della qualità di ogni struttura presente. Difficilmente l'attuale iter procedurale può far rispettare questa esigenza. La competenza dovrebbe essere sostanzialmente o soprattutto del governo. Al proposito Oggier consiglia di rivedere urgentemente in parlamento l'attuale iter.
Come detto sono diversi i punti critici presenti nella Pianificazione elaborata dal governo, passata poi al vaglio della commissione parlamentare. Ciononostante il progetto di pianificazione, sempre secondo Oggier, ha una struttura portante condivisibile. Bene la concentrazione delle specialità e bene anche la possibile chiusura (che parrebbe ora essere esclusa dal governo) delle strutture ospedaliere periferiche. Il riferimento è agli istituti di Acquarossa e Faido.  Il governo ha infatti proposto due possibilità: il mantenimento di dieci letti acuti sia ad Acquarossa che a Faido, da compensare con la riduzione in altre strutture dell'Ente, e il riorientamento in istituti di cura soltanto degli attuali ospedali con mandato di medicina di base e il mantenimento degli attuali reparti di cure acute e transitorie nelle strutture che oggi già le offrono, secondo le regole di finanziamento applicate ora.
19.04.2015


IL DOSSIER


I fatti e le opinioni
sulle vicende S.Anna
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
GRANDANGOLO

Se l'assistenza
è a lungo termine
L'INCHIESTA

Un "aiuto domiciliare"
diventato carissimo
L'IMMAGINE

Una settimana
un’immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Lei un invalida?
Ma è sui social!
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
I "Paradise Papers",
un furto di ricchezza
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nella base americana
"Pronti, qui in Corea"
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Propaganda e verità
sono sempre in guerra
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Il secessionismo
scuote l'Europa
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Premiata a Locarno
la parodia del cinema
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Il colore "pervinca"
emblema di artificio
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
16.11.2017
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, ottobre 2017
15.11.2017
Istituto della formazione continua - Pubblicato il nuovo programma gennaio-giugno 2018 dei corsi base per formatori di apprendisti
15.11.2017
Comunicazione di prassi cantonale concernente le deduzioni di spese professionali particolari degli espatriati domiciliati nel Canton Ticino
08.11.2017
Il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto è revocato a partire da mercoledì 8 novembre 2017 alle ore 10.00. Si ricorda che restano in vigore le prescrizioni generali definite dal Regolamento di applicazione dell'Ordinanza contro l'inquinamento atmosferico (ROIAT)
07.11.2017
I dati del censimento annuale dei rifiuti sono ora consultabili in modo interattivo anche sul portale dell'Osservatorio Ambientale della Svizzera Italiana [www.ti.ch/oasi]
30.10.2017
Pubblicato nuovo formulario per la compilazione elettronica della dichiarazione dei redditi 2017 dei Patriziati, con la funzione di somma automatica
24.10.2017
Aggiornato il sito tematico del Parco del Piano di Magadino [www.ti.ch/ppdm]
19.10.2017
Pubblicati i dati del traffico sulla rete stradale in Ticino nel 2016 [www.ti.ch/conteggi]
19.10.2017
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, settembre 2017
18.10.2017
La Sezione forestale comunica che il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto (RLCFo/RaLLI) è in vigore a partire da mercoledì 18 ottobre 2017 alle ore 12.00 a causa del pericolo d'incendio di boschi. La misura è attiva su tutto il territorio cantonale.

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio




I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Parigi:
Hariri annuncia
il ritorno
a Beirut

Zimbabwe:
corteo
contro
Mugabe