Lo studio della Civica nel mondo e il Ticino va al voto
Un'idea che va e viene
e varia nei contenuti
FRANCESCO ANFOSSI, DA ROMA


Un fantasma si aggira per le scuole italiane: l’ora di educazione civica. Ideata e introdotta nel 1958 da Aldo Moro, lo statista assassinato dalle Brigate Rosse, è una materia che va e viene dalle scuole a seconda dei governi e dei ministri della pubblica istruzione. Teoricamente è stata affidata ai docenti di storia e geografia, ma nessuno verifica se e quanto venga insegnata e soprattutto cosa ci stia dentro. In teoria dovrebbe riguardare i fondamenti della Costituzione italiana, in pratica comprende anche argomenti "civici" che vanno dall’educazione alimentare al codice della strada. Sorvolando sull’altalena di denominazioni dei vari ministri che ci sono avvicendati, l’attuale sistemazione si deve al ministro di Berlusconi Maria Stella Gelmini, che con una legge del 2008 ne definì gli argomenti principali, da insegnare a discrezione degli insegnanti. Recentemente anche l’attuale ministro Fedeli ha detto che va rilanciata.
Il pedagogista Luciano Corradini, che ha dedicato tutta la sua vita all’inserimento della materia come consulente dei vari ministeri e come autore di numerosi manuali scolastici spiega che "in Italia lo scopo dell’educazione civica è sostanzialmente quello di maturare come persona, un cittadino, un lavoratore. Per questo gli alunni si devono rendere conto di avere diritti e doveri inviolabili". Naturalmente proprio per la sua natura facoltativa l’educazione civica non prevede voti di sorta, né esami di riparazione. Di solito confluisce nella valutazione finale di storia. I testi sono "consigliati" e spesso si finisce per comprarli senza mai aprirli. Nei mercatini dell’usato di inizio anno infatti sono solitamente quelli più in buone condizioni.
10.09.2017


IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
GRANDANGOLO

Inopportunità politiche
della Citta dei mestieri
L'INCHIESTA

Spie nei bancomat
truffano i turisti
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Continua la lotta
per liberare i nani
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Le guerre danneggiano
la nostra economia
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Mosaici di guerra
dalla postazione Judy
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Lampi di guerra
e fulmini su Trump
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
La razza è un concetto
inventato della politica
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Orchi e melodrammi
non scaldano Cennes
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
L'amore d'antan
nel "Regality show"
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
22.06.2018
L'Ufficio di vigilanza sulle commesse pubbliche ha pubblicato la lista delle commesse del Cantone aggiudicate a invito o incarico diretto con importi superiori a fr. 5000.– [www.ti.ch/commesse]
22.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale: andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, giugno 2018
15.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, primo trimestre 2018
15.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, maggio 2018
08.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, primo trimestre 2018
06.06.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'Ordine del Giorno della seduta del 18 giugno 2018.
06.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel primo trimestre 2018
01.06.2018
In occasione della "Settimana europea per lo sviluppo sostenibile", in programma dal 30 maggio al 5 giugno 2018, il Dipartimento del territorio (DT) ha aggiornato le pagine del proprio sito tematico, mettendo in evidenza attività e progetti promossi in collaborazione con i numerosi partner [www.ti.ch/sviluppo-sostenibile]
30.05.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, aprile e primo trimestre 2018
29.05.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, aprile e primo trimestre 2018

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Atene:
manifestazione
contro l'intesa
sulla Macedonia

Valencia
pronta
a ricevere
l'Aquarius