Nelle città ancora molte le barriere architettoniche
Marciapiedi e bancomat
ostacoli per i disabili
PATRIZIA GUENZI


Non soltanto chi occupa il posto auto di un handicappato è un incivile. Incivili sono anche tutte quelle città che non rispettano le esigenze delle persone con disabilità, che non si preoccupano di rendere loro la vita meno faticosa. Vero è che negli anni si è fatto molto. Smussati i marciapiedi, abbassato le pulsantiere degli ascensori, messo pedane e costruito rampe per agevolare l’accesso di una carrozzina. Ma non ovunque. Ancora troppi gli ostacoli tra chi si muove con difficoltà o su una carrozzina e il diritto di essere persone autonome e indipendenti.
Solo l’assenza di barriere architettoniche consente di partecipare appieno e in tutti gli ambiti della vita sociale, dall’abitare al lavoro, dalla formazione al tempo libero. Un fondamentale concetto di civiltà sostenuto anche da Pro Infirmis, dal Centro svizzero per la costruzione adatta agli andicappati e da Procap, che gestiscono una "Rete per la costruzione adatta agli handicappati", una trentina di servizi di consulenza regionali in tutta la Svizzera che si occupano di disabilità a 360 gradi.
Certo, negli anni è stato fatto molto: marciapiedi, bancomat, cassette postali, sportelli, ascensori… Ce n’è ancora di inaccessibili per chi siede su una carrozzina. Inoltre, in Ticino non tutti i trasporti pubblici sono ancora adatti a chi ha una mobilità ridotta. Per loro, libertà di movimento e possibilità di spostamento dipendono quindi prevalentemente dalle opportunità di trovare adeguate aree di parcheggio. Che, come si legge nell’articolo principale, soltanto a Lugano almeno due incivili ogni giorno occupano abusivamente.

p.g.
24.09.2017


IL DOSSIER


I fatti e le opinioni
sulle vicende S.Anna
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
GRANDANGOLO

Ecco le cinque ricette
per salvare l'aeroporto
L'INCHIESTA

Quei crimini di guerra
"congelati" da Berna
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Salvacondotto Ue
per La Valletta
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Millennial al potere
ma non "correct"
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nella base americana
"Pronti, qui in Corea"
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Propaganda e verità
sono sempre in guerra
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Quelle vie d'uscita
per Gerusalemme
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Premiata a Locarno
la parodia del cinema
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
La pizza nasce local
ma è diventata global
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
11.12.2017
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, ottobre e terzo trimestre 2017
07.12.2017
Pubblicati orari e tariffe dei trasporti pubblici, validi dal 10 dicembre 2017 [www.ti.ch/trasporti]
04.12.2017
Militare: Visite di reclutamento 2018
04.12.2017
Caccia tardo autunnale: evoluzione delle catture al 04.12.2017 [www.ti.ch/caccia]
01.12.2017
Pubblicato il Rapporto al Gran Consiglio sull'aggiornamento delle Linee direttive 2015-2019
30.11.2017
Consegna degli attestati 2017 alle nuove Guardie della natura [www.ti.ch/natura]
29.11.2017
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria dell'11 dicembre prossimo
28.11.2017
Concorsi scolastici: sono aperti i concorsi per la nomina e l’incarico di docenti e operatori per l’anno scolastico 2018/2019
16.11.2017
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, ottobre 2017
15.11.2017
Istituto della formazione continua - Pubblicato il nuovo programma gennaio-giugno 2018 dei corsi base per formatori di apprendisti

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio




I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Al-Abadi
dichiara la fine
della guerra
all'Isis in Iraq

I 300 giorni
di carcere
del giornalista
Deniz Yucel