Il profilo dei maleducati che occupano i posti auto riservati
Immagini articolo
Identikit dell'inciviile
del parcheggio disabili
MAURO SPIGNESI


Quelli in centro, che già sono rari, sono i più bersagliati, quelli che vengono occupati più frequentemente. Dagli abusivi dei parcheggi. Non parcheggi qualsiasi, ma gli spazi riservati alle persone disabili, che fanno fatica a far manovra con la propria auto "speciale". Succede in Ticino, dove sono state censite 268 aree pubbliche e dove soltanto la polizia di Lugano ha inflitto nell’ultimo anno 230 multe, più di una ogni due giorni. Ma succede, per fare un paragone con altri cantoni, anche a Losanna dove sempre nel 2016 nelle 86 aree pubbliche sono state elevate 700 contravvenzioni.
Ma quello degli abusivi dei parcheggi destinati a chi ha problemi fisici o si muove in carrozzina (si parla di circa 10mila aree in tutta la Confederazione), è un fenomeno diffuso. Una mancanza di sensibilità che scavalca i confini svizzeri, perché tutto il mondo è paese. L’ultimo, clamoroso, e controverso caso (ci sono due denunce e due verità, vedi articolo sotto), è quello accaduto soltanto pochi giorni fa a Milano, esattamente in via Montenapoleone, la strada più chic del capoluogo lombardo, con protagonista un imprenditore.
Resta il fatto che quotidianamente le centrali della polizia ricevono diverse segnalazioni. E poi scattano le multe disciplinari, ognuna da 120 franchi. Troppo basse? A Berna il consigliere nazionale Marco Chiesa mesi fa ha puntato il dito contro chi "disprezza le regole" e ha chiesto al Consiglio federale che la sanzione sia raddoppiata a 240 franchi.
Sulla possibilità di posteggiare nei luoghi destinati alle persone disabili e che hanno una apposita autorizzazione - in Ticino sono circa 4.500 - si è pronunciato il Tribunale federale. "Si può lasciare l’auto per un periodo molto breve e senza allontanarsi - spiega l’avvocato Rossano Guggiari, esperto di norme sulla circolazione - per operazioni urgenti di carico e scarico. Oppure per far scendere una persona. Ma al massimo, secondo i giudici federali, non più di un quarto d’ora. Non un minuto di più. E, soprattutto, l’autista deve essere accanto alla macchina per poterla spostare nel caso arrivi un disabile e abbia necessità del posteggio".
Insomma, i giudici di Mon Repos hanno definito meglio i contorni di situazioni e di comportamenti che purtroppo si ripetono quotidianamente in città e paesi della Confederazione, ammettendo sì un certo margine di tolleranza ma in una cornice  piuttosto rigida di precisi obblighi e doveri per gli automobilisti.

m.sp.
24.09.2017


IL DOSSIER


I fatti e le opinioni
sulle vicende S.Anna
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
GRANDANGOLO

Se la tredicesima
da sola non basta più
L'INCHIESTA

Case anziani nel caos,
il personale è in rivolta
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Ma Padre Cristoforo
era un assassino!
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Millennial al potere
ma non "correct"
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nella base americana
"Pronti, qui in Corea"
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Propaganda e verità
sono sempre in guerra
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Quelle vie d'uscita
per Gerusalemme
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Premiata a Locarno
la parodia del cinema
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
La pizza nasce local
ma è diventata global
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
15.12.2017
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, terzo trimestre 2017
14.12.2017
L’Ufficio dell’ispettorato del lavoro ha pubblicato le date dei corsi di formazione inerenti la Legge federale sul lavoro e relative Ordinanze, previsti durante l’anno 2018
14.12.2017
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, ottobre e terzo trimestre 2017
13.12.2017
Aggiornati i dati su consumo e produzione di energia in Ticino consultabili nel portale dell'Osservatorio ambientale della Svizzera Italiana [www.ti.ch/oasi]
13.12.2017
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, ottobre e terzo trimestre 2017
12.12.2017
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel terzo trimestre 2017
11.12.2017
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, ottobre e terzo trimestre 2017
07.12.2017
Pubblicati orari e tariffe dei trasporti pubblici, validi dal 10 dicembre 2017 [www.ti.ch/trasporti]
04.12.2017
Militare: Visite di reclutamento 2018
04.12.2017
Caccia tardo autunnale: evoluzione delle catture al 04.12.2017 [www.ti.ch/caccia]

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio




I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Al-Abadi
dichiara la fine
della guerra
all'Isis in Iraq

I 300 giorni
di carcere
del giornalista
Deniz Yucel