Il caso dell'imprenditore luganese denunciato a Milano
"Sono rimasto in auto,
c'erano le telecamere"
MAURO SPIGNESI


Aveva posteggiato la sua Ferrari blu coupé con targhe ticinesi all’altezza del numero 16 di via Montenapoleone, a Milano, non distante da una nota gioielleria dove aveva accompagnato la moglie e la figlia. Guido Malagutti, 59 anni, imprenditore delle costruzioni residente a Lugano, sostiene però di non essere sceso dall’auto e non aver aggredito verbalmente, urlandogli "me ne frego di te e della polizia", un automobilista che gli aveva chiesto di spostare la Ferrari perché non poteva scaricare la carrozzina del figlio disabile. "È stata presa per buona - dice - soltanto una versione di quanto accaduto. E non è giusto".
Chi ha ragione lo stabilirà ora il magistrato. "Anche io ho presentato denuncia e una serie di documenti - spiega al Caffè Guido Malagutti - e ho le foto che la mia auto sporgeva appena di 20 centimetri. Poi ci sono i filmati delle telecamere che finalmente faranno emergere la verità. Nulla di più, non ho certo commesso un reato penale eppure mi hanno massacrato su giornali e web".
Anche il papà del ragazzo disabile ha presentato denuncia e ha chiamato la Polizia. Il fatto è successo sabato scorso. Secondo i giornali italiani all’imprenditore, con società in Ticino e in Lussemburgo, avrebbero ritirato la patente anni fa. Come ha fatto, allora, a guidare in Italia un’auto con targhe ticinesi? Malagutti spiega d’essere in possesso della patente svizzera, di aver frequentato il corso per samaritani e di avere seguito tutta la trafila per ottenere la licenza di circolazione dopo aver superato regolarmente tutti gli esami previsti dalla legge.  m.sp.
24.09.2017


IL DOSSIER


I fatti e le opinioni
sulle vicende S.Anna
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
GRANDANGOLO

Se la democrazia
è a colpi di canone
L'INCHIESTA

"Troppe espulsioni
sgretolano le famiglie"
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Al miliardario velista
il "flash" costa caro
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Risiko criptovalute
simulando Wall Street
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nella base americana
"Pronti, qui in Corea"
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Propaganda e verità
sono sempre in guerra
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Quelle vie d'uscita
per Gerusalemme
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Premiata a Locarno
la parodia del cinema
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
La pizza nasce local
ma è diventata global
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
22.01.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, dicembre 2017
11.01.2018
Prova delle Sirene 2018
10.01.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'Ordine del Giorno della seduta del 22 gennaio 2018.
28.12.2017
Pubblicati online gli oggetti che sottostanno all’Ordinanza sulla protezione contro gli incidenti rilevanti (OPIR) con le loro aree di coordinamento [www.ti.ch/oasi]
28.12.2017
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, terzo trimestre 2017
22.12.2017
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, novembre 2017
22.12.2017
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale: andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, dicembre 2017
21.12.2017
Riqualifica del fondovalle di Airolo: credito di 50 milioni di franchi quale contributo cantonale [www.ti.ch/cantieri]
19.12.2017
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, ottobre e terzo trimestre 2017
19.12.2017
Caccia tardo autunnale: evoluzione delle catture al 19.12.2017 [www.ti.ch/caccia]

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Vienna:
"Non lasciate
governare
i nazisti"

Repubblica Ceca:
per le presidenziali
sarà
ballottaggio