Il caso dell'imprenditore luganese denunciato a Milano
"Sono rimasto in auto,
c'erano le telecamere"
MAURO SPIGNESI


Aveva posteggiato la sua Ferrari blu coupé con targhe ticinesi all’altezza del numero 16 di via Montenapoleone, a Milano, non distante da una nota gioielleria dove aveva accompagnato la moglie e la figlia. Guido Malagutti, 59 anni, imprenditore delle costruzioni residente a Lugano, sostiene però di non essere sceso dall’auto e non aver aggredito verbalmente, urlandogli "me ne frego di te e della polizia", un automobilista che gli aveva chiesto di spostare la Ferrari perché non poteva scaricare la carrozzina del figlio disabile. "È stata presa per buona - dice - soltanto una versione di quanto accaduto. E non è giusto".
Chi ha ragione lo stabilirà ora il magistrato. "Anche io ho presentato denuncia e una serie di documenti - spiega al Caffè Guido Malagutti - e ho le foto che la mia auto sporgeva appena di 20 centimetri. Poi ci sono i filmati delle telecamere che finalmente faranno emergere la verità. Nulla di più, non ho certo commesso un reato penale eppure mi hanno massacrato su giornali e web".
Anche il papà del ragazzo disabile ha presentato denuncia e ha chiamato la Polizia. Il fatto è successo sabato scorso. Secondo i giornali italiani all’imprenditore, con società in Ticino e in Lussemburgo, avrebbero ritirato la patente anni fa. Come ha fatto, allora, a guidare in Italia un’auto con targhe ticinesi? Malagutti spiega d’essere in possesso della patente svizzera, di aver frequentato il corso per samaritani e di avere seguito tutta la trafila per ottenere la licenza di circolazione dopo aver superato regolarmente tutti gli esami previsti dalla legge.  m.sp.
24.09.2017


IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
GRANDANGOLO

Lampi di guerra
e fulmini su Trump
L'INCHIESTA

Viviamo circondati
da 8mila videocamere
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Dalle buche di Roma
a quelle di Bellinzona
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Ecco come l'Occidente
scoprì la globalizzazione
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Mosaici di guerra
dalla postazione Judy
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Lampi di guerra
e fulmini su Trump
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
La razza è un concetto
inventato della politica
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Premiata a Locarno
la parodia del cinema
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Alienati per il lavoro?
La cucina è l'antidoto
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
18.04.2018
Pubblicato il nuovo sito tematico "Mobilità ciclabile" della Sezione della mobilità [www.ti.ch/bici]
17.04.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, marzo 2018
10.04.2018
Pubblicato il rendiconto 2017 del Consiglio della magistratura
05.04.2018
Tiro obbligatorio 2018
28.03.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 9 aprile prossimo
22.03.2018
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale: andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, marzo 2018
21.03.2018
L'Ufficio dei beni culturali (UBC) ospite della trasmissione RSI "Finestra popolare" per una serie di incontri dedicati al patrimonio culturale del Cantone Ticino.
21.03.2018
Aperte le iscrizioni all'evento "Un’altra opportunità è d’obbligo - La nuova procedura di annuncio dei posti vacanti" promosso dal Servizio aziende URC della Divisione dell’economia del DFE.
16.03.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, febbraio 2018
12.03.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere Ticino, gennaio 2018 e quarto trimestre 2017

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Siria:
ispettori Opac
entrano
a Douma

Nicaragua:
almeno 10 morti
per le proteste
sulle pensioni