Confederazione e Cantoni di fronte al conservatorismo
Il baricentro politico
pende molto a destra
MASSIMO SCHIRA


C’è chi lo ha definito "Rechtsrutsch" - scivolamento a destra - e chi, invece, parla più che altro di partiti tradizionalmente borghesi che si sono appropriati di temi populisti. Fatto sta che, anche in Svizzera, il trend politico negli ultimi anni è stato piuttosto marcatamente sbilanciato verso un conservatorismo più marcato. Sia a livello di Confederazione, sia nei cantoni. Con qualche sfumatura.
Dopo l’autentica "fiammata" seguita all’elezione di Christoph Blocher in Consiglio federale, di predominanza conservatrice nel governo centrale si è continuato a parlare anche quando il tribuno democentrista è stato sostituito da Eveline Widmer-Schlumpf. Meno profilata di Blocher, certo, ma sicuramente non progressista. Una tendenza confermata, poi, dal nuovo "raddoppio" udc con Guy Parmelin e dalla recente elezione di Ignazio Cassis. Sempre nel contesto di un parlamento in cui il baricentro "pende" certamente più verso la destra conservatrice che verso la parte sinistra dell’emiciclo.
Nei cantoni, invece, la situazione è più ondivaga. Da un lato i successi dell’Udc - partito nato contadino trasformatosi in populista-conservatore - si sono moltiplicati. D’altra parte, la stabilizzazione verso il basso del Plr è proseguita, specie nella Svizzera tedesca. Al contrario, però, il "sogno romando" dei democentristi è destinato (almeno per il momento) a rimanere tale. Bloccato - ad esempio a Ginevra - da forze come il "Mouvement des citoyens", che hanno anticipato l’Udc sui temi populisti. Un meccanismo noto anche in Ticino con la Lega a "precedere", di fatto, il partito di Blocher.

m.s.
22.10.2017


IL DOSSIER


I fatti e le opinioni
sulle vicende S.Anna
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
GRANDANGOLO

Troppa canapa light
e il mercato è saturo
L'INCHIESTA

Se lavori oltre i 65
rendite più ricche
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Dagli esodati
ai pensionati d'oro
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Una tregua "olimpica"
riunisce le due Coree
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nella base americana
"Pronti, qui in Corea"
Guido Olimpio
Guido Olimpio
La folle corsa nucleare
non è solo propaganda
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Premiata a Locarno
la parodia del cinema
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
La razza è un concetto
inventato della politica
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
La tendenza a esagere
...ereditata dai greci
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
15.02.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, gennaio 2018
12.02.2018
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, quarto trimestre 2017
12.02.2018
Documentazione regionale ticinese (DRT) - È in linea il nuovo dossier concernente la protezione dell'ambiente in Ticino
08.02.2018
La Segreteria del Gran Consiglio ha pubblicato la lista delle presenze dei Deputati alle sedute della legislatura in corso
07.02.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 19 febbraio prossimo
01.02.2018
Aggiornato il formulario della domanda di costruzione (versione 01.2018) [www.ti.ch/edilizia]
31.01.2018
Lingue e stage all'estero - 20 anni di scambi linguistici. Partecipa al concorso.
22.01.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, dicembre 2017
11.01.2018
Prova delle Sirene 2018
10.01.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'Ordine del Giorno della seduta del 22 gennaio 2018.

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Kosovo:
si festeggiano
i 10 anni
d'indipendenza

Messico:
la terra trema
e le paure
riaffiorano