Il giro del mondo alla ricerca dei nostri diritti negati
A New York o Parigi
per nozze egualitarie


Oltre dieci anni di unioni civili, una parte dei diritti riconosciuti, ma il matrimonio egualitario resta lontano. In Svizzera come in molti altri Paesi europei. Ed ecco allora, come capita per le cure mediche, per i figli con maternità surrogata e fecondazione in vitro, che si va lontano. O vicino, dipende da dove si parte. Perché per dire sì come chiedono le organizzazioni Lgbt (che portano avanti le istanze di lesbiche, gay, bisessuali e transgender) bisogna andare a Parigi oppure a New York, città che per un lungo periodo sono state all’avanguardia su questo fronte.  O anche in altri Paesi dove è previsto (e sono parecchi che hanno approvato una normativa in tal senso negli anni) il matrimonio egualitario.
In tutta Europa la normativa è piuttosto diversa. Nella Confederazione valgono le unioni civili registrate, che vengono riconosciute in buona parte degli Stati dell’Unione europea (a parte Bulgaria, Lettonia, Lituania, Polonia, Romania e Slovacchia.) Quando è stata data la possibilità di registrare le unioni tra coppie gay, ed era il 2007, c’era stato un picco di richieste, esattamente 2.004. Poi pian piano le richieste sono calate, sino a raggiungere nel 2015 quota 701. Meno della metà dunque di quando era stata approvata la nuova legge. E ciò accade, secondo le diverse associazioni, anche perché questo strumento non offre complete garanzie e certezze sul piano legale, come invece avviene con le nozze ugualitarie.
Nozze ugualitarie che sono state "sdoganate" per la prima volta in Olanda nel 2001, e poi a seguire in Belgio, Norvegia, Svezia, Portogallo, Islanda, Spagna, Danimarca, Regno Unito, Lussemburgo, Irlanda e Finlandia. Ultimo Paese ad approvarle nel giugno scorso è stata la Germania. Il Parlamento ha detto sì, nonostante il no della cancelliera Angela Merkel.
29.10.2017


IL DOSSIER


Le polemiche
sul Cardiocentro
GRANDANGOLO

Il Cardio non paga
e il Mizar si arena
L'INCHIESTA

La scuola volta pagina
con lezioni di sesso
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Kerouac e i bus
direzione a Malpensa
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Lehman Brothers
e la fine del sogno Usa
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
La Libia aspetta
lo scontro finale
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Con il "topo morto"
la lotta tra Cia e Kgb
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Dramma e commedia
al Festival di Locarno
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Perché il sovranismo
costruisce nuovi muri
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
La rivoluzione parte
dal carrello della spesa
Luca Mercalli
Luca Mercalli
È urgente arrivare
ad un'economia "pulita"
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
19.09.2018
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale: andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, settembre 2018
14.09.2018
Proscioglimento dagli obblighi militari 2018
13.09.2018
Notiziario statistico Ustat: Statistica delle abitazioni vuote, Ticino, 1° giugno 2018
13.09.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, agosto 2018
06.09.2018
Documentazione regionale ticinese (DRT) - È il linea il nuovo dossier sul tema “La scuola che verrà”
06.09.2018
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel secondo trimestre 2018
05.09.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 17 settembre prossimo
31.08.2018
Notiziario statistico Ustat: Popolazione residente permanente, Ticino, 2017
28.08.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, luglio e secondo trimestre 2018
28.08.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, luglio e secondo trimestre 2018

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

La pubblicità
Per chi vuole
comunicare
con il Caffè
App
"Il Caffè+"
per iPad e iPhone
Scarica »
App
"Il Caffè+"
per Android
Scarica »
Rezzonico
Editore
Tessiner Zeitung
Vai al sito »



I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Attacco
alla parata,
Iran:
risponderemo

Russia:
manifestanti
chiedono dimissioni
di Putin