La strategia voluta dal consigliere federale Alain Berset
Per cereali e yogurt
arrivano tempi amari
PATRIZIA GUENZI


L’ha promesso in un’intervista alla SonntagsZeitung: "Ridurremo lo zucchero nei nostri yogurt". Il vicepresidente di Emmi Svizzera ha sottolineato l’importanza di lasciare la scelta ai consumatori proponendo articoli con contenuto diverso di zucchero. A causa delle abitudini dei consumatori è però opportuno ridurre solo poco alla volta il contenuto di zucchero nei singoli prodotti, ha aggiunto, ma entro il 2018 i nostri yogurt avranno il 2,5% in meno di zucchero.
Tempi più amari era anche l’auspicio del consigliere federale Alain Berset che due anni fa al Padiglione svizzero dell’Expo di Milano aveva firmato un accordo - "Dichiarazione di Milano" - con dieci aziende svizzere distributrici di prodotti alimentari. Da allora, il contenuto medio di zucchero negli yogurt è diminuito di circa il 3%, nei cereali di circa il 5%. Entro la fine del prossimo anno ci sarà un’ulteriore riduzione.
Intanto, entro fine anno l’Ufficio federale della sicurezza alimentare intende elaborare una nuova strategia che prende spunto da quella sulla prevenzione delle malattie non trasmissibili. Tutto ciò visto il notevole contributo fornito da un’alimentazione equilibrata alla prevenzione di malattie come diabete, disturbi cardiovascolari e determinate forme tumorali.

p.g.
05.11.2017