Proteste per l'auto "condivisa" e stop a Ginevra e Zurigo
Con Uber i taxisti
cambiano strategie
MAURO SPIGNESI


La filosofia di base era quella della condivisione, attraverso una piattaforma informatica. Anche di un viaggio. I soldi della corsa erano quelli per la benzina e l’usura dell’auto. Poi Uber è diventato un autentico business, con oltre 100mila clienti che hanno scaricato l’applicazione in Svizzera e centinaia di "autisti" che negli ultimi anni hanno lavorato a Ginevra, Losanna, Zurigo e Basilea. E proprio per questo i tassisti "classici", quelli titolari delle licenze a diversi livelli, quelli che pagano imposte e tasse comunali di parcheggio, si sono messi di traverso. Con il risultato che diverse città hanno introdotto direttive più severe.
Il canton Vaud da quest’estate ha deciso di inasprire le regole. Una nuova legge prevede che la società che garantisce il servizio di trasporto abbia obbligatoriamente la sede in Svizzera, e prevede che gli autisti abbiano una licenza professionale. Un concetto che ha avuto riflessi concreti. Uber, ad esempio, ha bloccato il suo servizio Uber Pop, quello che può essere garantito da chiunque abbia una macchina in regola, un telefonino e una applicazione e si metta a disposizione. A Ginevra invece l’attività di Uber è stata bloccata e il braccio di ferro tra autorità e società è arrivato al Tribunale federale.

m.sp.
05.11.2017


IL DOSSIER


Le polemiche
sul Cardiocentro
GRANDANGOLO

Il Cardio non paga
e il Mizar si arena
L'INCHIESTA

La scuola volta pagina
con lezioni di sesso
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Kerouac e i bus
direzione a Malpensa
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Lehman Brothers
e la fine del sogno Usa
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
La Libia aspetta
lo scontro finale
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Con il "topo morto"
la lotta tra Cia e Kgb
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Dramma e commedia
al Festival di Locarno
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Perché il sovranismo
costruisce nuovi muri
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
La rivoluzione parte
dal carrello della spesa
Luca Mercalli
Luca Mercalli
È urgente arrivare
ad un'economia "pulita"
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
19.09.2018
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale: andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, settembre 2018
14.09.2018
Proscioglimento dagli obblighi militari 2018
13.09.2018
Notiziario statistico Ustat: Statistica delle abitazioni vuote, Ticino, 1° giugno 2018
13.09.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, agosto 2018
06.09.2018
Documentazione regionale ticinese (DRT) - È il linea il nuovo dossier sul tema “La scuola che verrà”
06.09.2018
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel secondo trimestre 2018
05.09.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 17 settembre prossimo
31.08.2018
Notiziario statistico Ustat: Popolazione residente permanente, Ticino, 2017
28.08.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, luglio e secondo trimestre 2018
28.08.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, luglio e secondo trimestre 2018

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

La pubblicità
Per chi vuole
comunicare
con il Caffè
App
"Il Caffè+"
per iPad e iPhone
Scarica »
App
"Il Caffè+"
per Android
Scarica »
Rezzonico
Editore
Tessiner Zeitung
Vai al sito »



I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Attacco
alla parata,
Iran:
risponderemo

Russia:
manifestanti
chiedono dimissioni
di Putin