Sempre più persone acquistano in rete i test genetici
Immagini articolo
Uno svizzero su 25
conosce il suo Dna
PATRIZIA GUENZI


Costano poco e piacciono molto. Facili da fare, basta una goccia di saliva o di sangue. Sono i test genetici che uno svizzero su 25 già ha fatto. Sempre più a portata di mano e diffusi, anche grazie al commercio online, con una spesa di poche centinaia di franchi. Quest’ultimo canale, è però sconsigliato dalla Federazione dei medici svizzeri e dall’Ufficio federale della salute pubblica che propongono di rivolgersi invece ad un istituto o ad un laboratorio autorizzato dalla Confederazione. Ce n’è una dozzina in Svizzera, tra cui uno anche in Ticino. Insomma, per scoprire i segreti del proprio Dna è sempre meglio affidarsi a dei professionisti.
In Svizzera questi test sono consentiti solo per esigenze mediche, ma come detto la facilità con cui vi si può accedere ne ha fatto aumentare i fruitori. Anche per Arthur, di cui il Caffè racconta l’incredibile vicenda, è stato possibile riuscire ad identificare l’altra metà del suo patrimonio biologico. Nel suo caso era alla ricerca del padre, che aveva donato il suo seme alla madre. Per vedere che faccia avesse, non chiedeva altro Arthur. Un’esigenza più che comprensibile, tutti noi sentiamo il bisogno di sapere da dove veniamo, chi ci ha generati. "Solo così, si avvia il processo di individualizzazione", spiega lo psicologo Ivan Battista (vedi a fianco).
La maggior parte delle persone che si affidano ad un test del Dna lo fa per avere informazioni sulla propria salute. Ecco perché è necessario un supporto medico per interpretare correttamente le molte informazioni che il test fornisce e che potrebbero pure creare pericolosi allarmismi. Un supporto medico del tutto assente nei prodotti reperibili online. Importante, infatti, ricorrere a questo tipo di analisi in modo ponderato e razionale. Certe patologie sono legate a mutazioni in alcuni geni e il medico può dunque prescrivere un test diagnostico per confermare una malattia che già manifesta alcuni sintomi.
I test genetici sono in grado di scavare nella profonda identità degli individui e aprire la strada ad una medicina sempre più personalizzata. Ma non sono immuni da errori. Non sempre danno certezze, a volte soltanto indicazioni probabilistiche perché certe patologie dipendono da vari fattori, oltre quelli genetici. Un’ulteriore dimostrazione di quanto il supporto medico specialistico sia fondamentale. Solo riuscendo a "scandagliare" tutti i geni l’esame potrà realmente essere d’aiuto all’individuo.  
p.g.
28.01.2018


IL DOSSIER


I fatti e le opinioni
sulle vicende S.Anna
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
GRANDANGOLO

Troppa canapa light
e il mercato è saturo
L'INCHIESTA

Se lavori oltre i 65
rendite più ricche
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Dagli esodati
ai pensionati d'oro
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Una tregua "olimpica"
riunisce le due Coree
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nella base americana
"Pronti, qui in Corea"
Guido Olimpio
Guido Olimpio
La folle corsa nucleare
non è solo propaganda
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
La razza è un concetto
inventato della politica
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Premiata a Locarno
la parodia del cinema
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
La tendenza a esagere
...ereditata dai greci
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
15.02.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, gennaio 2018
12.02.2018
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, quarto trimestre 2017
12.02.2018
Documentazione regionale ticinese (DRT) - È in linea il nuovo dossier concernente la protezione dell'ambiente in Ticino
08.02.2018
La Segreteria del Gran Consiglio ha pubblicato la lista delle presenze dei Deputati alle sedute della legislatura in corso
07.02.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 19 febbraio prossimo
01.02.2018
Aggiornato il formulario della domanda di costruzione (versione 01.2018) [www.ti.ch/edilizia]
31.01.2018
Lingue e stage all'estero - 20 anni di scambi linguistici. Partecipa al concorso.
22.01.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, dicembre 2017
11.01.2018
Prova delle Sirene 2018
10.01.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'Ordine del Giorno della seduta del 22 gennaio 2018.

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Kosovo:
si festeggiano
i 10 anni
d'indipendenza

Messico:
la terra trema
e le paure
riaffiorano