Il parere del professor Beritelli, esperto di turismo
"Ma anche Zermatt
è un paese discosto"
ANDREA STERN


Nelle zone discoste il turismo può sviluppare un circolo virtuoso, perché se arriva sempre più gente e servono investimenti, quindi si creano posti di lavoro e aumenta la popolazione". Così dice il professor Pietro Beritelli, esperto di turismo all’Università di San Gallo. Certo è che nell’era delle compagnie aeree low cost e delle vacanze sempre più mordi e fuggi, non è facile innescare questo circolo virtuoso se ci si trova in zone difficili da raggiungere. Pure Zermatt, in fondo è un paese discosto", osserva.
Beritelli è convinto della sua tesi: "Ci sono tanti paesini di montagna - spiega - che hanno un certo numero di visitatori affezionati che tornano anche per generazioni intere, magari perché si sentono legati a quel posto o perché hanno comprato una casa secondaria. Il problema è che a causa dell’invecchiamento demografico e dello spopolamento questo motore economico perde colpi e quindi il luogo perde valore". Fondamentale è quindi trovare un magnete. "Queste località devono identificare qualcosa che possa attrare almeno un numero minimo di persone - aggiunge il professore -. Attraverso il passaparola faranno arrivare altri visitatori e il gioco è presto fatto". Se guardiamo bene, osserva, "anche per andare a St. Moritz o Zermatt ci vuole tanto tempo, eppure sono destinazioni molto ben frequentate".
Ecco che in questo ragionamento l’albergo diffuso può essere un utile contorno. Non la pietanza principale. "Il turista non sceglie la località delle sue vacanze solo in base all’hotel - osserva l’esperto -. Piuttosto sceglie di dormire in un posto se trova un ambiente naturale e un’offerta di attività che lo spinga a fermarsi per più giorni". Comunque sia, il progetto che si sta realizzando a Corippo, sull’esempio di altre strutture già presenti in Italia, è interessante sotto due aspetti: "Il primo - spiega - è sicuramente quello dei costi operativi, l’altro è il valore dell’autenticità. Dormire in una casa medievale accuratamente ristrutturata, invece che in un grande hotel, è apprezzato dai turisti non solo europei, ma internazionali".
04.02.2018


Articoli Correlati
LO STUDIO

La qualità
dei media svizzeri
IL DOSSIER


La contestata
legge di polizia
IL DOSSIER


Rimborsopoli
IL DOSSIER


Le polemiche
sul Cardiocentro
IL DOSSIER


La passerella
sul Verbano
IL DOSSIER


Microplastiche
piaga dei laghi
GRANDANGOLO

"Su Argo 1 il governo
ha delle responsabilità"
L'INCHIESTA

Interessi immobiiari
dietro i milioni in pista
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

La giovane Greta
contro le energie fossili
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
La Brexit un divorzio
che non avrà vincitori
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
La Libia aspetta
lo scontro finale
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Dalla Russia a Roma
le avventure degli 007
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Otto appuntamenti
nel mondo che muta
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Dramma e commedia
al Festival di Locarno
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
La rivoluzione parte
dal carrello della spesa
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Siccità, piogge e uragani
nel sordo allarme clima
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
18.01.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, dicembre 2018
15.01.2019
Concorso per funzioni di direzione e vicedirezione delle scuole professionali secondarie e superiori per il periodo 2019-2023.
09.01.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 21 gennaio prossimo
31.12.2018
La Sezione forestale comunica che il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto (RLCFo/RaLLI) è in vigore a partire da lunedì 31 dicembre 2018 alle ore 09.00 a causa del pericolo d'incendio di boschi. La misura è attiva su tutto il territorio cantonale.
21.12.2018
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale: andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, dicembre 2018
20.12.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, novembre 2018
18.12.2018
Licenziato il messaggio relativo all’approvazione del Piano cantonale delle aggregazioni
12.12.2018
Ampliato il ventaglio dei colori per le mappe della qualità dell'aria [www.ti.ch/oasi]
09.12.2018
Nuovo orario 2019 per i mezzi di trasporto pubblico in Ticino [www.ti.ch/trasporti]
07.12.2018
Concorsi scolastici 2019/2020 - è aperto il concorso per la nomina e l'incarico di docenti e operatori

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

La pubblicità
Per chi vuole
comunicare
con il Caffè
App
"Il Caffè+"
per iPad e iPhone
Scarica »
App
"Il Caffè+"
per Android
Scarica »
Rezzonico
Editore
Tessiner Zeitung
Vai al sito »



I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Ungheria
di nuovo
in piazza
contro Orban

Messico:
65 morti
durante furto
di combustibile