Intervista a Shley Gray, esperta di politiche statali
"Per chi vuole abortire
percorso a ostacoli"
MARA VALIER DA LOS ANGELES


La Corte Suprema ha legalizzato l’aborto nel 1973. Ma se oggi  una donna decide di abortire negli Stati Uniti trova difficoltà. "Molto dipende da dove vive. Ci sono sette Stati in cui c’è solo una clinica che pratica l’aborto - risponde Ashley Gray, esperta in politiche statali presso il Center for Reproductive Rights a New York -. Secondo un rapporto del National Network Abortion Funds, la distanza media da percorrere in America prima di trovare una clinica è raddoppiato tra il 2010 e il 2014. La media oggi è di 200 miglia. Alcune aree sono chiamate ‘abortion desert’".
Cos’è successo in quei quattro anni?
"I repubblicani hanno recuperato il controllo della Camera e guadagnato terreno al Senato alle elezioni di metà mandato, nel 2010. E hanno inserito centinaia restrizioni a livello statale".
Perché a livello statale?
"A livello federale è più complicato. Il mese scorso il Senato ha votato contro il divieto ad abortire oltre la 20esima settimana di gravidanza. Hanno fatto bene, era una legge crudele che prevedeva pochissime eccezioni. Intanto però lo stesso tipo di limitazioni sono state inserite in diversi Stati".
Perché le nomine di alcuni giudici da parte di Donald Trump hanno allarmato i difensori del diritto all’aborto?
"Si tratta di nomine a vita, di decisioni che peseranno sulla vita dei cittadini per decenni. Si tratta di giudici che hanno espresso in pubblico la loro opinione pro life e che presidieranno le corti d’appello federali, tribunali che risolvono circa il 99 per cento dei casi, visto che solo l’un per cento arriva alla Corte Suprema".
Qual è l’ultima battaglia che il Center for Reproductive Rights ha vinto?
"Il mese scorso in Texas abbiamo bloccato una legge che avrebbe obbligato gli ospedali a provvedere al seppellimento o alla cremazione del materiale abortivo. Questo a prescindere dal volere della paziente, anche in caso di aborto spontaneo o di gravidanza ectopica. Giusto per stigmatizzare le donne che abortiscono".
Quale battaglia invece sperate di vincere presto?
"Abbiamo fatto causa allo Stato del Montana, dove chiediamo l’abolizione di una legge che impedisce a infermiere altamente specializzate di praticare l’aborto nel primo trimestre di gravidanza. In uno Stato in cui ci sono solo quattro cliniche che praticano l’aborto, è indispensabile battersi per i diritti della donna".
18.02.2018


Articoli Correlati
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
GRANDANGOLO

"Troppi negozi chiusi,
ogni mese 5 in meno"
L'INCHIESTA

La "bolla integralista"
cresce nelle carceri
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Sparate leghiste
da ignorare sempre
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Una politica assente
per il business migranti
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Mosaici di guerra
dalla postazione Judy
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Lampi di guerra
e fulmini su Trump
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
La razza è un concetto
inventato della politica
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Orchi e melodrammi
non scaldano Cennes
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
L'amore d'antan
nel "Regality show"
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
22.06.2018
L'Ufficio di vigilanza sulle commesse pubbliche ha pubblicato la lista delle commesse del Cantone aggiudicate a invito o incarico diretto con importi superiori a fr. 5000.– [www.ti.ch/commesse]
22.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale: andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, giugno 2018
15.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, primo trimestre 2018
15.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, maggio 2018
08.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, primo trimestre 2018
06.06.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'Ordine del Giorno della seduta del 18 giugno 2018.
06.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel primo trimestre 2018
01.06.2018
In occasione della "Settimana europea per lo sviluppo sostenibile", in programma dal 30 maggio al 5 giugno 2018, il Dipartimento del territorio (DT) ha aggiornato le pagine del proprio sito tematico, mettendo in evidenza attività e progetti promossi in collaborazione con i numerosi partner [www.ti.ch/sviluppo-sostenibile]
30.05.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, aprile e primo trimestre 2018
29.05.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, aprile e primo trimestre 2018

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Macron
ipoteca
il mini vertice
europeo

Bosnia-Erzegovina:
la rotta dei migranti
al confine
con la Croazia