L'antropologo Marino Niola sull'evoluzione di Facebook
"Il mondo virtuale
distante dal reale"
MAURO SPIGNESI


Una vita scandita da mi piace e non mi piace è un po’ lo specchio di ciò che oggi è Facebook, cioè una comunità virtuale acerba", spiega Marino Niola, antropologo, e autore di Hashtag (Bompiani), saggio che spiega come la diffusione dei social network e della comunicazione digitale hanno cambiato il modo di rappresentare la realtà che ci circonda e ciò che condividiamo nelle nostre relazioni con gli altri. "Facebook da Londra - spiega Niola - ha inviato segnali distensivi, dopo le critiche gli sono piovute addosso. Ma io non so se davvero riuscirà a ritagliarsi un ruolo sociale, come vorrebbe. Per ora è solo social, ed entra nella nostra vita con gli aspetti peggiori che questo termine può rappresentare".
Secondo Marino Niola però bisogna tenere conto di un aspetto, altrimenti si traccerebbero giudizi troppo apocalittici. "Bisogna capire che siamo solo ai primi vagiti dei social e dunque la società digitale non ha ancora trovato una grammatica o un linguaggio condiviso con quella digitale. Prima o poi succederà, ma Facebook deve ritrovare regole civili, deve individuare una formula per riequilibrare i dialoghi nelle sue community". Perché oggi, come può notare chiunque entri in rete, emerge l’aspetto peggiore di questo fenomeno. "La maldicenza, l’aggressività, la sfacciataggine - spiega l’antropologo -, liberate dietro uno schermo virtuale, un sistema digitale che cava fuori dall’individuo il peggio. Cosa che non accade nei rapporti reali, perché nel faccia a faccia con un interlocutore resistono barriere di comportamento e freni inibitori che in rete si frantumano".
Poi c’è la questione dei giudizi. Che su Facebook tendono a uniformarsi, a omologarsi verso il basso. Non solo cliccando su "mi piace" o scrivendo "non mi piace", inventando una "fake news", ma anche scatenandosi contro qualcosa o qualcuno. "Ed è un arretramento - spiega Niola - perché abbiamo impiegato anni per conquistare il diritto di una autonomia di giudizio che riaffermasse culture, sensibilità e storie diverse". Oggi invece si ragiona nuovamente come in un branco, che si sposta da una parte all’altra alla ricerca di una preda. "E questo è il male dei giorni nostri", conclude Niola.

m.sp.
18.02.2018


LO STUDIO

La qualità
dei media svizzeri
IL DOSSIER


La contestata
legge di polizia
IL DOSSIER


Rimborsopoli
IL DOSSIER


Le polemiche
sul Cardiocentro
IL DOSSIER


La passerella
sul Verbano
IL DOSSIER


Microplastiche
piaga dei laghi
GRANDANGOLO

Gli ospedali diventano
cliniche specializzate
L'INCHIESTA

Il successo di Airbnb
infastidisce gli hotel
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Nuovi caccia finanziati
con la colletta sul web
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Geografia della rabbia
contro la globalizzazione
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
La Libia aspetta
lo scontro finale
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Ladri e spacciatori
cambiano il Califfato
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Dramma e commedia
al Festival di Locarno
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Perché il sovranismo
costruisce nuovi muri
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
La rivoluzione parte
dal carrello della spesa
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Siccità, piogge e uragani
nel sordo allarme clima
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
12.12.2018
Ampliato il ventaglio dei colori per le mappe della qualità dell'aria [www.ti.ch/oasi]
09.12.2018
Nuovo orario 2019 per i mezzi di trasporto pubblico in Ticino [www.ti.ch/trasporti]
07.12.2018
Concorsi scolastici 2019/2020 - è aperto il concorso per la nomina e l'incarico di docenti e operatori
06.12.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, ottobre 2018
05.12.2018
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel terzo trimestre 2018
05.12.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, ottobre 2018
05.12.2018
Aggiornati i dati su consumo e produzione di energia in Ticino consultabili nel portale dell'Osservatorio ambientale della Svizzera Italiana [www.ti.ch/oasi]
30.11.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, ottobre 2018
29.11.2018
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, terzo trimestre 2018
28.11.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'Ordine del Giorno della seduta del 10 dicembre 2018.

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

La pubblicità
Per chi vuole
comunicare
con il Caffè
App
"Il Caffè+"
per iPad e iPhone
Scarica »
App
"Il Caffè+"
per Android
Scarica »
Rezzonico
Editore
Tessiner Zeitung
Vai al sito »



I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

USA:
il segretario
all'interno
lascia

Cairo:
Scoperta
nuova tomba
della V dinastia