Gli insetti commestibili in Svizzera sono ancora molto cari
Immagini articolo
Vermi, grilli e locuste
venduti a peso d'oro
PATRIZIA GUENZI


Saranno pure proteici, ecologici, gustosi... Finiremo col mangiare solo quelli… ma quanto costano! Stiamo parlando degli insetti, dallo scorso maggio la Svizzera ne ha legalizzato produzione e consumo. Oggi come oggi, il prezzo al chilo di questi cosiddetti "novel food" - larve della farina, grillo domestico e locusta migratoria -supera quello di un’entrecôte di manzo. Un chilo di vermi della farina può anche arrivare a 86.80 franchi. E allora, se per rendere più gustosa un’insalata, qualche larva, grillo o verme può pure andare bene, come pensare di rimpiazzare tutto o parte del consumo di carne con gli insetti? Chi potrà mai permetterselo? Probabilmente è perché il business è soltanto all’inizio, spiegano alcuni. Un business che tra l’altro sta andando molto bene. Tant’è che la Coop, il solo grande magazzino, per ora, a vendere prodotti a base di insetti, ha quadruplicato i negozi che propongono nel loro banco frigo i "novel food".  
Secondo la consigliera nazionale Isabelle Chevalley, convinta sostenitrice degli insetti commestibili – quattro anni fa aveva organizzato una degustazione di grilli grigliati, biscotti al cioccolato decorati di cavallette o torte al limone e alle larve per i colleghi parlamentari - bisogna semplicemente aspettare. "Siamo soltanto agli inizi. Più domanda ci sarà e meno costeranno", ha assicurato a Le Matin la deputata verde liberale. Un esempio è il sushi. Dieci anni fa in pochi lo proponevano e il prezzo era molto alto. Oggi, che si trova ovunque, non più.
Comunque sia c’è da sperare che il loro prezzo scenda, visto che molto probabilmente saranno il nostro cibo del futuro. D’altro canto, la Fao, l’organizzazione delle Nazioni Unite che si occupa di alimentazione e agricoltura, ne sta promuovendo il consumo nei Paesi occidentali già da qalche anno. Hanno una migliore conversione alimentare, contengono proteine nobili e acidi grassi essenziali, hanno a parità di peso più proteine e causano meno emissioni atmosferiche rispetto alle fonti proteiche tradizionali. Insomma, le ragioni per sdoganarli a tavola ci sarebbero tutte. Ma l’entomofagia, in Occidente, è considerata generalmente una pratica disgustosa, associata a comportamenti disumani e primitivi. Eppure, nel mondo già quasi 2mila specie di insetti sono considerate commestibili e vengono consumate da almeno 2 miliardi di persone.
A fornire i negozi Coop è Essento, una giovane start-up svizzera che da oltre tre anni si occupa delle potenziali applicazioni degli insetti in cucina. Essento sviluppa, produce e commercializza prodotti a base di insetti commestibili, pensati sia per il commercio al dettaglio che per la gastronomia. New entry, la barretta contenente grilli essiccati.
Pasta, dolci, preparati per aperitivi presto saranno sempre più presenti nei nostri menu dunque. Una mano santa anche per l’ambiente, visto che gli allevamenti animali sono responsabili di un quinto dei gas serra prodotti.

p.g.
18.02.2018


IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
GRANDANGOLO

"Troppi negozi chiusi,
ogni mese 5 in meno"
L'INCHIESTA

La "bolla integralista"
cresce nelle carceri
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Sparate leghiste
da ignorare sempre
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Una politica assente
per il business migranti
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Mosaici di guerra
dalla postazione Judy
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Lampi di guerra
e fulmini su Trump
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Orchi e melodrammi
non scaldano Cennes
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
La razza è un concetto
inventato della politica
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
L'amore d'antan
nel "Regality show"
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
22.06.2018
L'Ufficio di vigilanza sulle commesse pubbliche ha pubblicato la lista delle commesse del Cantone aggiudicate a invito o incarico diretto con importi superiori a fr. 5000.– [www.ti.ch/commesse]
22.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale: andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, giugno 2018
15.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, primo trimestre 2018
15.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, maggio 2018
08.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, primo trimestre 2018
06.06.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'Ordine del Giorno della seduta del 18 giugno 2018.
06.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel primo trimestre 2018
01.06.2018
In occasione della "Settimana europea per lo sviluppo sostenibile", in programma dal 30 maggio al 5 giugno 2018, il Dipartimento del territorio (DT) ha aggiornato le pagine del proprio sito tematico, mettendo in evidenza attività e progetti promossi in collaborazione con i numerosi partner [www.ti.ch/sviluppo-sostenibile]
30.05.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, aprile e primo trimestre 2018
29.05.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, aprile e primo trimestre 2018

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Macron
ipoteca
il mini vertice
europeo

Bosnia-Erzegovina:
la rotta dei migranti
al confine
con la Croazia