Il sindaco chiede sacrifici, i sindacati criticano le modalità
Immagini articolo
"Il casinò costa caro
ma tutti lo volevano"
ANDREA STERN


Un po’ di autocritica la fa anche il sindaco Roberto Salmoiraghi. "Tutte le amministrazioni, compresa la mia, hanno sempre pensato solo alla casa da gioco - spiega al Caffè -. Fossimo stati più previdenti, avremmo potuto cercare alternative. Il buon politico è quello che prevede, ma noi non ci siamo riusciti".
Detto ciò, Salmoiraghi difende l’edificio disegnato dall’architetto Mario Botta, da molti indicato come la causa di tutti i mali. "È facile fare dietrologia - afferma colui che regge le redini di Campione d’Italia dal 2017 dopo averle già rette dal 1994 al 2002 e dal 2004 al 2006 -. Ma quando l’amministrazione antecedente la mia lanciò l’idea di una nuova struttura, tutti furono d’accordo. Anche perché la vecchia sala da gioco non era più in grado di contenere un numero così elevato di giocatori".
Ora è vero che l’edificio comporta dei costi enormi, "ma bisogna pensare a farlo fruttare, ad esempio organizzando congressi o affittando i saloni". La priorità è far quadrare i conti entro l’udienza prevista il 12 marzo davanti al Tribunale fallimentare di Como. "Entro quella data una soluzione la troveremo - sostiene Salmoiraghi -. Speriamo che sarà con il consenso di tutti, perché per superare questo momento critico tutti devono essere pronti a fare delle rinunce, dal primo all’ultimo dipendente".
Certo, forse si poteva anche pensarci prima. I sindacati ne sono convinti. "Noi contestiamo la modalità con la quale l’azienda sta affrontando questa crisi - spiega Giuseppe D’Acquaro della Fisascat-Cisl Varese-Como -. Da mesi abbiamo chiesto un confronto sereno, che non si è mai riusciti ad avere. Ora è più difficile trattare, con una procedura di licenziamento in atto e con una scadenza ormai dietro l’angolo".
E così, i lavoratori sono in stato di agitazione, mentre il sindaco Salmoiraghi invita alla ragionevolezza. "Ci troviamo in una situazione grave che non può essere ignorata - afferma -. Per uscirne ci vuole l’impegno di tutti. Per risolvere questa crisi pure. Perché se venisse dichiarato il fallimento del casinò, sarebbe tutto il paese ad andare a monte".
Uno scenario apocalittico... "Non ci voglio pensare - conclude il sindaco - . La situazione è difficilissima e non posso certo dire di essere ottimista. Ma dobbiamo per forza cercare di individuare una luce in fondo al tunnel".
18.02.2018


Articoli Correlati
LO STUDIO

La qualità
dei media svizzeri
IL DOSSIER


La contestata
legge di polizia
IL DOSSIER


Rimborsopoli
IL DOSSIER


Le polemiche
sul Cardiocentro
IL DOSSIER


La passerella
sul Verbano
IL DOSSIER


Microplastiche
piaga dei laghi
GRANDANGOLO

L'ascensore sociale
si è ormai inceppato
L'INCHIESTA

"Il via vai di procuratori
rallenta le inchieste"
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

I talenti non hanno
orientamenti sessuali
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
La crescita dipende
dai rapporti con Trump
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Le famiglie in fuga
dalle paure di Kabul
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Tecniche viet-cong
nei tunnel del Califfato
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
L'Ue messa a dura prova
dall'avanzata sovranista
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Dramma e commedia
al Festival di Locarno
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Cibo e ambiente
allungano la vita
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Siccità, piogge e uragani
nel sordo allarme clima
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
15.03.2019
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell’economia ticinese, marzo 2019
15.03.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, gennaio 2019
15.03.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, gennaio 2019
13.03.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, febbraio 2019
11.03.2019
Notiziario statistico Ustat: Risultati provvisori della statistica delle transazioni immobiliari, quarto trimestre e anno 2018
11.03.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, gennaio 2019
07.03.2019
Il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto è revocato a partire da giovedì 7 marzo 2019 alle ore 10.00. Si ricorda che restano in vigore le prescrizioni generali definite dal Regolamento di applicazione dell'Ordinanza contro l'inquinamento atmosferico (ROIAT)
27.02.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'Ordine del Giorno della seduta dell'11 marzo 2019.
27.02.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, gennaio 2019
27.02.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, gennaio 2019

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

La pubblicità
Per chi vuole
comunicare
con il Caffè
App
"Il Caffè+"
per iPad e iPhone
Scarica »
App
"Il Caffè+"
per Android
Scarica »
Rezzonico
Editore
Tessiner Zeitung
Vai al sito »



I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Brexit:
Farage lancia
la marcia
pro-Leave

Tirana:
violente proteste
davanti
al Parlamento