Nel Nordest italiano in attesa del voto nazionale
Il miracolo economico
e l'identità nazionale
GIUSEPPE ZOIS


Le realtà che compongono il Nord Est sono molto diverse tra loro. Alle province autonome di Trento e Bolzano ed al Friuli Venezia Giulia, regione a statuto speciale, si contrappongono due motori economici dell’Italia: Veneto ed Emilia Romagna, politicamente con don Camillo il primo e con Peppone la seconda.
Il Triveneto contadino è passato da zona depressa e di emigrazione a terra dell’ultimo "miracolo economico" che ha visto, negli anni ’80 e ’90, il prosperare di una miriade di imprese dalle più grandi (due su tutte: Benetton e Luxottica) a quelle a conduzione familiare.
Un viaggio in auto lungo l’autostrada A4, che solca tutto il nord, da Torino a Trieste, rivela, da Verona in poi, una moltitudine di capannoni indice di attività economiche diffuse e ben interconnesse tra loro.
Proseguendo verso est si può notare come il paesaggio sia nuovamente in trasformazione: il boom planetario del prosecco sta spingendo la conversione a vigneto di aree fino a poco tempo fa destinata a meno redditizie colture.
Il sentirsi "poco italiani" è una caratteristica degli abitanti di questa macro regione che deriva dal passato: il Triveneto, infatti, è stata l’ultima zona ad entrare a far parte del regno d’Italia e la guerra del 15-18 è stata combattuta per poter far tornare italiane Trento e Trieste. Il dominio e la struttura amministrativa del regno austro-ungarico ha lasciato più segni di quelli che gli stessi abitanti vorrebbero ammettere. Tanto per fare due esempi, a Trieste esiste ancora una spiaggia dove maschi e femmine sono separati da lungo ed alto muro ed il catasto austriaco (detto "tavolare") è tuttora utilizzato nei "territori redenti" nel 1918.
A controprova della peculiarità di queste popolazioni sta non tanto lo scontato risultato del referendum consultivo dell’ottobre 2017 per l’autonomia che si è tenuto sia in Lombardia che in Veneto, quanto il dato sull’affluenza ai seggi. Se i votanti in Lombardia sono stati meno della metà degli aventi diritto, in Veneto i votanti sono stati il 56,6%. Per il centro-destra a traino leghista si annuncia un plebiscito.
La crisi economica si è sentita meno nell’Emilia Romagna, dove iniziativa privata, turismo, salute e gastronomia fanno da locomotiva: Parma è appena stata scelta capitale italiana della cultura 2010. La sinistra non è più egemone come un tempo. Le nuove generazioni Erasmus si sentono più libere, con confini mentali più ampi rispetto a quelli dei padri. La vera emergenza ora è quella demografica, con dati delle nascite in picchiata.
25.02.2018


IL DOSSIER


Le polemiche
sul Cardiocentro
GRANDANGOLO

Sgravi fiscali per tutti
con un taglio del 5%
L'INCHIESTA

L'estate al museo
con 100mila visitatori
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Nelle città turistiche
non si santifica la festa
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Lehman Brothers
e la fine del sogno Usa
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
I missili non aiutano
la Siria senza pace
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Con il "topo morto"
la lotta tra Cia e Kgb
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Perché il sovranismo
costruisce nuovi muri
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Dramma e commedia
al Festival di Locarno
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
La rivoluzione parte
dal carrello della spesa
Luca Mercalli
Luca Mercalli
È urgente arrivare
ad un'economia "pulita"
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
14.09.2018
Proscioglimento dagli obblighi militari 2018
13.09.2018
Notiziario statistico Ustat: Statistica delle abitazioni vuote, Ticino, 1° giugno 2018
13.09.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, agosto 2018
06.09.2018
Documentazione regionale ticinese (DRT) - È il linea il nuovo dossier sul tema “La scuola che verrà”
06.09.2018
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel secondo trimestre 2018
05.09.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 17 settembre prossimo
31.08.2018
Notiziario statistico Ustat: Popolazione residente permanente, Ticino, 2017
28.08.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, luglio e secondo trimestre 2018
28.08.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, luglio e secondo trimestre 2018
24.08.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, secondo trimestre 2018

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

La pubblicità
Per chi vuole
comunicare
con il Caffè
App
"Il Caffè+"
per iPad e iPhone
Scarica »
App
"Il Caffè+"
per Android
Scarica »
Rezzonico
Editore
Tessiner Zeitung
Vai al sito »



I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

"Florence"
declassato
ma vittime
e danni

Città del Messico:
sparatoria
in pieno centro,
morti e feriti