Fra la gente di Mosca a due settimane dalle votazioni
"Non sono elezioni,
si comprano i voti"
MARIA MICHELA D'ALESSANDRO DA MOSCA


Putin è la morte della Russia", ripete Lyudmila, 72 anni. "Queste non sono elezioni", continua l’anziana donna, uno dei settemila osservatori che monitoreranno la regolarità dei voti il prossimo 18 marzo. Dalle 8 alle 20 saranno tanti gli occhi che controlleranno che tutto sia in ordine, dai normali cittadini come Lyudmila a 111 osservatori inviati dall’Osce, passando per 23 deputati del Parlamento europeo, 107 deputati e senatori di parlamenti nazionali, nove tra sindaci e ministri. Non è difficile capire il perché di questa task force legata alla cultura dei brogli elettorali nella Russia di Putin. Nel 2012 è stata la città di Mosca ad avere il primato di voti non validi, oltre 87mila (2,06%). "La prima volta che ho deciso di fare l’osservatrice durante le elezioni risale ormai al 1996; quando ho visto che parecchi voti venivano falsificati ho pensato che dovessi fare qualcosa, per questo sono qui", dichiara Inna, 76 anni. Nella periferia a sud di Mosca, in un qualsiasi mercoledì sera di metà febbraio, si è appena concluso uno dei training ai quali tutti gli osservatori devono partecipare prima di presidiare le sezioni elettorali. Nella sala che poco prima conteneva circa 70 persone, Inna è intenta a rispondere alle domande di giovani osservatori, fiera di poter sfoggiare la sua esperienza. Nelle pause, non esita a dire la sua sulla Russia di oggi: "Penso sia un momento drammatico per la politica russa e sentir parlare di persone che ancora oggi ricevono somme di denaro in cambio di voti, mi spingono a coinvolgere più persone in questa attività - dice con un tono combattivo -. Le elezioni sono il risultato di un controllo totale del Paese, anche davanti ad una scelta apparente".
A tenere la lezione di oggi è però Nikolay, da 15 anni trainer degli osservatori, "c’è una grande percentuale di brogli elettorali in Russia, è per questo che c’è bisogno che le persone sappiano bene cosa fare - spiega -. Tutti gli osservatori dovranno essere registrati sotto un partito il giorno delle elezioni e dovranno controllare che tutto venga fatto secondo la legge". Prima di andare via, Nikolay si pronuncia sulla sua scelta, definendo queste elezioni più uno spettacolo che una cosa seria: "Ho sempre votato negli anni scorsi ma non lo farò quest’anno, queste elezioni non sono imparziali, non sono elezioni e tutto il Paese lo sa".
04.03.2018


IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
GRANDANGOLO

"Troppi negozi chiusi,
ogni mese 5 in meno"
L'INCHIESTA

La "bolla integralista"
cresce nelle carceri
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Sparate leghiste
da ignorare sempre
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Una politica assente
per il business migranti
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Mosaici di guerra
dalla postazione Judy
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Lampi di guerra
e fulmini su Trump
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Orchi e melodrammi
non scaldano Cennes
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
La razza è un concetto
inventato della politica
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
L'amore d'antan
nel "Regality show"
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
22.06.2018
L'Ufficio di vigilanza sulle commesse pubbliche ha pubblicato la lista delle commesse del Cantone aggiudicate a invito o incarico diretto con importi superiori a fr. 5000.– [www.ti.ch/commesse]
22.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale: andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, giugno 2018
15.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, primo trimestre 2018
15.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, maggio 2018
08.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, primo trimestre 2018
06.06.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'Ordine del Giorno della seduta del 18 giugno 2018.
06.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel primo trimestre 2018
01.06.2018
In occasione della "Settimana europea per lo sviluppo sostenibile", in programma dal 30 maggio al 5 giugno 2018, il Dipartimento del territorio (DT) ha aggiornato le pagine del proprio sito tematico, mettendo in evidenza attività e progetti promossi in collaborazione con i numerosi partner [www.ti.ch/sviluppo-sostenibile]
30.05.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, aprile e primo trimestre 2018
29.05.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, aprile e primo trimestre 2018

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Macron
ipoteca
il mini vertice
europeo

Bosnia-Erzegovina:
la rotta dei migranti
al confine
con la Croazia