Fra la gente di Mosca a due settimane dalle votazioni
"Non sono elezioni,
si comprano i voti"
MARIA MICHELA D'ALESSANDRO DA MOSCA


Putin è la morte della Russia", ripete Lyudmila, 72 anni. "Queste non sono elezioni", continua l’anziana donna, uno dei settemila osservatori che monitoreranno la regolarità dei voti il prossimo 18 marzo. Dalle 8 alle 20 saranno tanti gli occhi che controlleranno che tutto sia in ordine, dai normali cittadini come Lyudmila a 111 osservatori inviati dall’Osce, passando per 23 deputati del Parlamento europeo, 107 deputati e senatori di parlamenti nazionali, nove tra sindaci e ministri. Non è difficile capire il perché di questa task force legata alla cultura dei brogli elettorali nella Russia di Putin. Nel 2012 è stata la città di Mosca ad avere il primato di voti non validi, oltre 87mila (2,06%). "La prima volta che ho deciso di fare l’osservatrice durante le elezioni risale ormai al 1996; quando ho visto che parecchi voti venivano falsificati ho pensato che dovessi fare qualcosa, per questo sono qui", dichiara Inna, 76 anni. Nella periferia a sud di Mosca, in un qualsiasi mercoledì sera di metà febbraio, si è appena concluso uno dei training ai quali tutti gli osservatori devono partecipare prima di presidiare le sezioni elettorali. Nella sala che poco prima conteneva circa 70 persone, Inna è intenta a rispondere alle domande di giovani osservatori, fiera di poter sfoggiare la sua esperienza. Nelle pause, non esita a dire la sua sulla Russia di oggi: "Penso sia un momento drammatico per la politica russa e sentir parlare di persone che ancora oggi ricevono somme di denaro in cambio di voti, mi spingono a coinvolgere più persone in questa attività - dice con un tono combattivo -. Le elezioni sono il risultato di un controllo totale del Paese, anche davanti ad una scelta apparente".
A tenere la lezione di oggi è però Nikolay, da 15 anni trainer degli osservatori, "c’è una grande percentuale di brogli elettorali in Russia, è per questo che c’è bisogno che le persone sappiano bene cosa fare - spiega -. Tutti gli osservatori dovranno essere registrati sotto un partito il giorno delle elezioni e dovranno controllare che tutto venga fatto secondo la legge". Prima di andare via, Nikolay si pronuncia sulla sua scelta, definendo queste elezioni più uno spettacolo che una cosa seria: "Ho sempre votato negli anni scorsi ma non lo farò quest’anno, queste elezioni non sono imparziali, non sono elezioni e tutto il Paese lo sa".
04.03.2018


LO STUDIO

La qualità
dei media svizzeri
IL DOSSIER


La contestata
legge di polizia
IL DOSSIER


Rimborsopoli
IL DOSSIER


Le polemiche
sul Cardiocentro
IL DOSSIER


La passerella
sul Verbano
IL DOSSIER


Microplastiche
piaga dei laghi
GRANDANGOLO

Gli ospedali diventano
cliniche specializzate
L'INCHIESTA

Il successo di Airbnb
infastidisce gli hotel
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Nuovi caccia finanziati
con la colletta sul web
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Geografia della rabbia
contro la globalizzazione
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
La Libia aspetta
lo scontro finale
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Ladri e spacciatori
cambiano il Califfato
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Dramma e commedia
al Festival di Locarno
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Perché il sovranismo
costruisce nuovi muri
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
La rivoluzione parte
dal carrello della spesa
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Siccità, piogge e uragani
nel sordo allarme clima
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
12.12.2018
Ampliato il ventaglio dei colori per le mappe della qualità dell'aria [www.ti.ch/oasi]
09.12.2018
Nuovo orario 2019 per i mezzi di trasporto pubblico in Ticino [www.ti.ch/trasporti]
07.12.2018
Concorsi scolastici 2019/2020 - è aperto il concorso per la nomina e l'incarico di docenti e operatori
06.12.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, ottobre 2018
05.12.2018
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel terzo trimestre 2018
05.12.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, ottobre 2018
05.12.2018
Aggiornati i dati su consumo e produzione di energia in Ticino consultabili nel portale dell'Osservatorio ambientale della Svizzera Italiana [www.ti.ch/oasi]
30.11.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, ottobre 2018
29.11.2018
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, terzo trimestre 2018
28.11.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'Ordine del Giorno della seduta del 10 dicembre 2018.

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

La pubblicità
Per chi vuole
comunicare
con il Caffè
App
"Il Caffè+"
per iPad e iPhone
Scarica »
App
"Il Caffè+"
per Android
Scarica »
Rezzonico
Editore
Tessiner Zeitung
Vai al sito »



I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

USA:
il segretario
all'interno
lascia

Cairo:
Scoperta
nuova tomba
della V dinastia