Previsti molti visitatori per la passerella sul Lago Maggiore
Immagini articolo
Un migliaio al giorno
tra Ascona e le Isole
PATRIZIA GUENZI


La passerella tra Ascona e le Isole di Brissago potrebbe rivelarsi un interessante business. Proprio come è  stato per l’opera di Christo sul lago di Iseo (vedi articolo sotto a sinistra). Ne sono convinti i promotori, che qualche calcolo su quella che sarà l’affluenza l’hanno ovviamente già fatto. Anche se il portavoce, Benjamin Frizzi, non si sbilancia. "Il progetto dovrà stare in piedi economicamente", si limita a dire il direttore marketing Organizzazione turistica Lago Maggiore e Valli. E non aggiunge né cifre né numeri. Soltanto che... "è verosimile ipotizzare una media di un migliaio di visitatori al giorno". Niente di più, neanche sul costo del biglietto (si sa però che la "forbice" sulla quale si sta discutendo va 5 ai 15 franchi a persona). "Prevediamo un afflusso importante - dice ancora -, ma non ci spaventa perché una regione come la nostra è comunque in grado di gestirlo". Già valutato anche l’aspetto logistico, parcheggi, trasporti... "Pensiamo ad una mobilità sostenibile, lenta, pubblica, soprattutto rispettosa dell’ambiente - dice Frizzi -. Abbiamo avuto contatti con un team di ingegneri e di progettisti che hanno lavorato per la passerella sul lago di Iseo. Qui si parte con condizioni molto più favorevoli".
Condizioni più favorevoli, ma che comunque dovranno considerare i giorni d’acqua, di vento... Nel Locarnese sono un centinaio le giornate di pioggia e una quarantina quelle dove il vento soffia a 45 chilometri orari. Una velocità che impone di accendere i lampeggianti sul lago e che, verosimilmente, non permetterà il passaggio sul "tappeto galleggiante".
Facciamo due conti. Prendiamo per buone le previsioni di un migliaio di passaggi quotidiani (media nell’arco di un anno), ma tenendo conto della pioggia, i giorni fruibili si riducono di un centinaio. Quindi: ipotizzare una media annua di mille passaggi giornalieri significa di fatto prevedere nei 225 giorni privi di pioggia e di vento, una media di oltre 1.600 passaggi giornalieri. Parecchi, specialmente se si considera che il percorso di andata e ritorno (senza contare un minimo di sosta sull’isola) non può richiedere meno di 30-45 minuti. Sono 6 chilometri! È quindi ipotizzabile, viste le semplici considerazioni fatte qui sopra, che gli organizzatori calcolino, non 365mila visitatori l’anno (con una media di mille al giorno), ma circa 140mila di meno, considerando appunto i giorni di pioggia e quelli di vento. O addirittura (e forse più realisticamente) pensano sì ad una media di mille persone al giorno, ma solo nei mesi di apertura del Parco botanico sull’isola. Sei, sette mesi, forse?!
Frizzi si limita a dire: "A noi preme non ‘rovinare’ le isole, ma valorizzarle. Non vogliamo la ressa del lago di Iseo". Anche da qui l’idea di far pagare un biglietto limitando così l’affluenza. "L’esperienza dovrà essere di qualità e legata al concetto... ‘dare un valore alle cose’". Una cosa è certa. La passerella fungerà da calamita per le Isole, ma pure viceversa. E chissà che magari non possano tornare ai vecchi splendori di un tempo, quando erano una meta imprescindibile per la gente locale e i numerosi turisti.

p.g.
25.03.2018


ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
18.03.2020
Pubblicazione straordinaria: Decreto esecutivo concernente l’annullamento e il rinvio delle elezioni comunali per il periodo 2020-2024 del 18 marzo 2020
18.03.2020
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, marzo 2020
13.03.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, febbraio 2020
11.03.2020
Notiziario statistico Ustat: Risultati provvisori della statistica delle transazioni immobiliari, Ticino, quarto trimestre e anno 2019
28.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, gennaio 2020
26.02.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 9 marzo 2020
19.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, gennaio 2020
14.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, gennaio 2020
11.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, gennaio 2020
10.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, quarto trimestre e anno 2019
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
L'economia malata
cambierà la società
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Il terrorismo resterà
ancora un pericolo
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Nella tana degli affetti
per sentirci meno soli
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Per fermare i virus
aiutiamo l'ambiente
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi



IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie




I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Coronavirus:
il business
della paura

Wuhan:
prove tecniche
di normalità

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00