Perché da sempre i felini sono amati da scrittori e artisti
Da Lessing a Renoir
...gattofili eccellenti
ROSELINA SALEMI


La gatta nera oggi non ha molta voglia di complimenti, non vuole essere infastidita. Le accarezzo la schiena, che si inarca leggermente. Lei fa un accenno di fusa, quale forma di educato riconoscimento nei confronti di questa estranea, poi spalanca gli occhi davanti a sé per tornare a immergerli in quel mondo misterioso che è sepolto al di là dei suoi occhi gialli. "Noi uomini osserviamo i gatti, ma anche i gatti ci studiano. Nei loro occhi apparentemente indecifrabili si specchia il loro e il nostro mondo". Lo sa bene Doris Lessing, premio Nobel per la letteratura nel 2007, che con i gatti ha sempre vissuto, dal primo, raccolto per strada a Teheran quando aveva tre anni, a tanti altri che l’hanno accompagnata in Sudafrica e poi a Londra. Ricorda le lotte per il territorio, per conquistare una sedia, un cuscino, i gatti selvatici ladri di polli, i gatti salvati e quelli fuggiti, i gatti dell’infanzia e della maturità, le cucciolate che invadono la casa, il ciclo della vita e della morte. Tutto questo è raccolto in "Gatti molto speciali" (Feltrinelli), minuscolo trattato letterario di antropologia e gattologia, illustrato dai bellissimi disegni di Joana Santamans che rimandano ai tanti felini dipinti dall’antico Egitto a oggi.
Nel sito archeologico di Dir el Medina, a sud della Valle dei Re, l’affresco che ritrae lo scultore Ipuy e la moglie Dua-meres è uno dei più antichi ad associare la donna alla gatta (ce n’è una sotto la sua sedia). Poi dobbiamo aspettare il Rinascimento.
C’è il micio di Sant’Anna dipinto da Ugolino di Prete Ilario, quello immobile nell’Annunciazione di Giovanni Pietro da Cemmo (1495 circa), c’è quello accoccolato ai piedi della Madonna in un’altra Annunciazione, di Rubens. E quello, nerissimo, nell’Olympia di Edouard Manet. Detlef Bluhm, libraio ed editore evidentemente gattofilo, ha raccolto in volume le immagini e le storie di cinquanta sorprendenti quadri che raccontano questo legame affettuoso. "I gatti e le loro donne" (Corbaccio) ci fa scoprire il tenero batuffolo tigrato di Renoir e quello appena riconoscibile di Picasso nel ritratto di Dora Maar, zampe protese in aria, gomitoli di lana, ritratti di gatti, immortali come gli artisti che li hanno dipinti.
08.04.2018


Articoli Correlati
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
GRANDANGOLO

Lampi di guerra
e fulmini su Trump
L'INCHIESTA

Viviamo circondati
da 8mila videocamere
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Dalle buche di Roma
a quelle di Bellinzona
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Ecco come l'Occidente
scoprì la globalizzazione
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Mosaici di guerra
dalla postazione Judy
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Lampi di guerra
e fulmini su Trump
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
La razza è un concetto
inventato della politica
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Premiata a Locarno
la parodia del cinema
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Alienati per il lavoro?
La cucina è l'antidoto
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
18.04.2018
Pubblicato il nuovo sito tematico "Mobilità ciclabile" della Sezione della mobilità [www.ti.ch/bici]
17.04.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, marzo 2018
10.04.2018
Pubblicato il rendiconto 2017 del Consiglio della magistratura
05.04.2018
Tiro obbligatorio 2018
28.03.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 9 aprile prossimo
22.03.2018
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale: andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, marzo 2018
21.03.2018
L'Ufficio dei beni culturali (UBC) ospite della trasmissione RSI "Finestra popolare" per una serie di incontri dedicati al patrimonio culturale del Cantone Ticino.
21.03.2018
Aperte le iscrizioni all'evento "Un’altra opportunità è d’obbligo - La nuova procedura di annuncio dei posti vacanti" promosso dal Servizio aziende URC della Divisione dell’economia del DFE.
16.03.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, febbraio 2018
12.03.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere Ticino, gennaio 2018 e quarto trimestre 2017

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Siria:
ispettori Opac
entrano
a Douma

Nicaragua:
almeno 10 morti
per le proteste
sulle pensioni