Occorre poco per imparare i gesti di primo soccorso
Per salvare una vita
bastano quattro ore
PATRIZIA GUENZI


Chiunque può imparare i gesti di primo soccorso. I più basilari. Bastano quattro ore per riuscire a valutare rapidamente le condizioni e la gravità del paziente, allarmare il 144, eseguire correttamente la ventilazione artificiale, il massaggio cardiaco esterno e le manovre di defibrillazione automatica precoce. Pratiche nozioni di primo soccorso che si apprendono durante i corsi organizzati dai vari servizi di ambulanza del cantone.
Negli anni la popolazione si è resa conto dell’importanza di sapere cosa fare in caso di un’emergenza sanitaria. "C’è una maggior consapevolezza, rispetto a qualche anno fa, di quanto sia fondamentale un tempestivo intervento", dice Gioacchino Hernandez, coordinatore dei corsi del servizio ambulanza Locarnese e Valli, che ne conferma il successo. Adulti, giovani, anziani e mamme si iscrivono perché, questo il motto della Federazione svizzera dei samaritani, "tutti possono aiutare". E le occasioni per farlo non mancano. Per strada, sul posto di lavoro, in famiglia... Il primo soccorso inizia non appena ci si accorge di una situazione insolita, che si tratti di un incidente con feriti o di un malato. Non far nulla è sbagliato.
Ogni anno in Svizzera circa 16mila persone sone colpite da ictus cerebrale. In un simile caso non perdere tempo è fondamentale. Si sa che chi viene soccorso e portato in ospedale entro tre ore dall’insorgenza dei sintomi, ad esempio disturbi alla vista, parziali paralisi o difficoltà di linguaggio, ha una prognosi migliore. Chi presta i primi soccorsi è il primo anello della catena di salvataggio e gioca un ruolo decisivo per la vita del paziente, sottolinea la Federazione dei samaritani.
Vale dunque la pena fare una formazione di poche ore, quattro soltanto, spendere 120 franchi, e imparare le linee guida dello Swiss Resuscitation Council (Src). Un label che garantisce la migliore formazione per aiutare in caso di arresto cardiocircolatorio.
06.05.2018


Articoli Correlati
IL DOSSIER


Le polemiche
sul Cardiocentro
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
GRANDANGOLO

I figli della provetta
compiono 40 anni
L'INCHIESTA

"La Svizzera annetta
Campione d'Italia"
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

La sfida masochista
dei partiti di sinistra
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Il populismo di Erdogan
sulla strada per l'Islam
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Mosaici di guerra
dalla postazione Judy
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Lampi di guerra
e fulmini su Trump
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
La razza è un concetto
inventato della politica
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Orchi e melodrammi
non scaldano Cennes
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
La dieta dei cittadini
interessa i governanti
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
16.08.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, luglio 2018
10.08.2018
Il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto è revocato a partire da venerdì 10 agosto 2018 alle ore 11.00. Si ricorda che restano in vigore le prescrizioni generali definite dal Regolamento di applicazione dell'Ordinanza contro l'inquinamento atmosferico (ROIAT)
03.08.2018
Pubblicato il nuovo sito tematico dell'Ufficio di Consulenza tecnica e dei lavori sussidiati [www.ti.ch/consulenza-tecnica]
18.07.2018
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, secondo trimestre 2018
18.07.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, giugno 2018
09.07.2018
La Sezione forestale comunica che il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto (RLCFo/RaLLI) è in vigore a partire da lunedì 9 luglio 2018 alle ore 13.00 a causa del pericolo d'incendio di boschi. La misura è attiva su tutto il territorio cantonale.
28.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Movimento naturale della popolazione, Ticino, 2017
22.06.2018
L'Ufficio di vigilanza sulle commesse pubbliche ha pubblicato la lista delle commesse del Cantone aggiudicate a invito o incarico diretto con importi superiori a fr. 5000.– [www.ti.ch/commesse]
22.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale: andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, giugno 2018
15.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, primo trimestre 2018

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Romania:
scontri e feriti
nel corteo
anticorruzione

La Nasa
lancia "Parker",
la sonda
verso il Sole