"Cancerline" assicura aiuto e un dialogo con esperti
Una chat per sostenere
gli ammalati di tumore
PATRIZIA GUENZI


Una diagnosi di cancro destabilizza chiunque. Non solo il paziente, anche i familiari. Tra i vari sostegni a disposizione, la Lega svizzera contro il cancro sei anni fa ha lanciato "Cancerline", una chat che offre consulenza, risposte, spiegazioni e un dialogo con esperti. Un canale aggiuntivo che si è affiancato al telefono, alle e-mail, al Forum cancro e a Skype. Un canale che ha dimostrato la sua utilità, dapprima pensato solo per bambini e ragazzi, oggi utilizzato anche dagli adulti. Nel 2017, complessivamente sono state 348 le consulenze via  chat. Più del doppio rispetto ai due anni precedenti.
E così, anche in ambito sanitario le applicazioni digitali diventano sempre più popolari. I motivi che spingono a rivolgersi alla "Cancerline", sono molteplici: gli ammalati o i loro familiari vogliono informarsi su un determinato tipo di tumore, oppure può capitare che dopo un colloquio con il proprio medico curante si cerchino altre spiegazioni in merito alle terapie consigliate. Ci sono poi i giovani con un genitore malato di cancro che hanno bisogno di un modo per convivere con questa difficile situazione.
Una diagnosi di cancro può anche spingere a confrontarsi a fondo con temi del tutto personali, come il lutto, la morte e la vita. E anche di questo si può parlare con gli specialisti della chat dove l’anonimato è garantito. Poiché i colloqui spesso sono incentrati su aspetti delicati e confidenzali, una volta terminati, i protocolli della chat vengono archiviati senza dati personali e indirizzo Ip unicamente allo scopo di garantire la qualità.
A differenza di quanto accade in altre chat, per registrarsi alla "Cancerline" non è necessario indicare il proprio indirizzo e-mail. Per potersi mettere in contatto con una consulente basta indicare uno pseudonimo.
La chat della Lega contro il cancro negli anni si è dunque rivelata un ottimo supporto, di facile accesso per chi si trova in una situazione di crisi e ha bisogno di un aiuto rapido, ma per motivi di tempo o di salute non può utilizzare una delle altre offerte di consulenza a disposizione o forse nella situazione in cui si trova preferisce scrivere piuttosto che parlare. L’importante è essere sicuri di trovare ascolto.

p.g.
01.07.2018


LO STUDIO

La qualità
dei media svizzeri
IL DOSSIER


Le polemiche
sul Cardiocentro
GRANDANGOLO

I matrimoni politici
impossibili (o quasi)
L'INCHIESTA

Il bluff della canapa light
in 5 minuti diventa droga
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Gli affari d'amore
non si fanno in banca
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Trump con i tassi bassi
sogna d'essere Reagan
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
La Libia aspetta
lo scontro finale
Guido Olimpio
Guido Olimpio
La guerra senza confini
dei "mercenari killer"
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Perché il sovranismo
costruisce nuovi muri
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Dramma e commedia
al Festival di Locarno
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
La rivoluzione parte
dal carrello della spesa
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Siccità, piogge e uragani
nel sordo allarme clima
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
07.11.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 19 novembre prossimo
26.10.2018
Pubblicati i dati del censimento rifiuti 2017 [www.ti.ch/gestione-rifiuti, www.ti.ch/oasi]
26.10.2018
Il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto è revocato a partire da sabato 27 ottobre 2018 alle ore 8:00. Si ricorda che restano in vigore le prescrizioni generali definite dal Regolamento di applicazione dell'Ordinanza contro l'inquinamento atmosferico (ROIAT)
24.10.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'Ordine del Giorno della seduta del 5 novembre 2018.
23.10.2018
La Sezione forestale comunica che il divieto assoluto di accendere fuochi all’aperto (RLCFo/RaLLI) in vigore in Ticino e Moesano dal 26 settembre e in Val Poschiavo dal 16 ottobre 2018, viene da oggi esteso anche alla Val Bregaglia
22.10.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, settembre 2018
16.10.2018
La Sezione forestale comunica che il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto (RLCFo/RaLLI) in vigore in Ticino e Moesano dal 26 settembre 2018, viene da oggi esteso anche alla Val Poschiavo
11.10.2018
Pubblicati i dati di funzionamento degli impianti di depurazione in Ticino [www.ti.ch/oasi]
04.10.2018
Avvio della consultazione del Progetto di risanamento fonico delle strade cantonali e comunali del Luganese [www.ti.ch/rumore]
03.10.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 15 ottobre prossimo

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

La pubblicità
Per chi vuole
comunicare
con il Caffè
App
"Il Caffè+"
per iPad e iPhone
Scarica »
App
"Il Caffè+"
per Android
Scarica »
Rezzonico
Editore
Tessiner Zeitung
Vai al sito »



I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Atene: scontri
alle celebrazioni
per la Rivolta
del Politecnico

CIA:
il principe saudita
ha fatto uccidere
Khashogggi