Oltre 750mila svizzeri si sono espatriati, molti gli over 65
Immagini articolo
Vado a vivere all'estero
risparmio e sto meglio
PATRIZIA GUENZI


Cibo, clima e costo della vita. Tre aspetti fondamentali che spingono molti pensionati svizzeri ad andarsene a vivere all’estero. Mete invitanti, spesso scoperte per caso, magari durante una vacanza, in cui mettere radici dopo i 65 anni. Come è capitato a Daniel B., 77 anni, e sua moglie. Terminati gli impegni professionali, hanno fatto le valigie, lasciato Zurigo e si sono definitivamente trasferiti alle Canarie (vedi articolo nella pagina a fianco). Idem Patty e Giorgio che dal Sud delle Alpi sono volati in Thailandia, a Phuket, dove hanno aperto il Ristorante Ticino. Ancora in forma e grazie ai risparmi e al capitale previdenziale accumulati, si sceglie di andare a vivere... in Paradiso, dove il risparmio è assicurato. Tra le mete preferite la Spagna (nel 2016 ha attirato 1.126 svizzeri), la Thailandia (912) e il Brasile (473). In Italia, un piano del governo prevede per i pensionati, anche stranieri, che si trasferiscono in Sicilia, Sardegna e Calabria dieci anni senza tasse.
Secondo gli ultimi dati dell’Ufficio federale di statistica (2017), sono 752mila gli svizzeri all’estero, distribuiti in circa duecento Paesi, principalmente in Europa. La Francia accoglie la comunità elvetica più numerosa. Più donne che uomini se ne vanno via e scelgono la Grecia, prima dell’Italia, dei Paesi Bassi, dell’Austria, Regno Unito e Germania. Gli uomini vanno per lo più i Paesi dell’Asia, Thailandia, Singapore, Cina e Filippine. Tutti assieme, i connazionali espatriati formerebbero il 4° cantone in termini di popolazione, dietro a Zurigo, Berna e Vaud.   
Si parte per diverse ragioni, la principale è economica. Per molti over 65 il costo della vita in Svizzera è insostenibile con la sola pensione. All’estero, ci si può invece permettere quello che spesso in patria risulterebbe proibitivo o difficilmente accessibile. Nel 2006 i pensionati svizzeri residenti all’estero erano poco più di 74mila. In dieci anni, hanno superato i 100mila, per un totale di oltre 120 milioni di franchi di rendita vecchiaia. E la tendenza ad emigrare verso altri lidi cresce costantemente, così come l’afflusso di rendite all’estero.  Se la comunità elvetica più numerosa si trova in Francia, al di fuori dell’Europa sono gli Stati Uniti ad ospitare il maggior numero di svizzeri. Ma si trovano cittadini col passaporto rossocrociato anche in luoghi molto esotici, come Bahamas, Seychelles, Maldive, Isole Figi. C’è pure chi sceglie di espatriare anche nella gelida Groenlandia. E poi Costa Rica, Ecuador, Panama, Tunisia, Messico, Malesia. Tutti Paesi che vengono presi in considerazione da chi se ne vuole andar via dall’esosa Svizzera. Lì, le offerte non mancano, con tanto di agevolazioni fiscali molto attraenti. Tanto per fare qualche esempio, a Città del Messico poco più di mille franchi (circa 2mila pesos) equivalgono allo stipendio medio di un dirigente d’azienda. Facile immaginare la forza economica di uno svizzero dunque. In Malesia due persone possono vivere in un condominio extra lusso con mille franchi al mese. Un social visit pass permette infatti ai non malesi di restare nel paese per dieci anni. Senza contare che la sanità funziona e una visita medica specialistica costa soltanto una dozzina di franchi.
Ci sono poi delle eccezioni. In Stati come São Tomé e Principe, Micronesia o Kiribati ci sarebbe, ad esempio, un solo svizzero, ma - come sottolinea anche il dipartimento degli Affari esteri - ormai in quasi tutti i Paesi abita almeno un cittadino rossocrociato. Con comunità di un certo peso, ad esempio, in Paesi come Brasile, Thailandia o Nuova Zelanda, dove il numero dei "pensionabili" rispetto al totale sale maggiormente. Anche perché, almeno nei primi due casi, vivere con 2’500 franchi al mese di rendita significa garantirsi un ottimo tenore di vita.

pguenzi@caffe.ch
26.08.2018


LO STUDIO

La qualità
dei media svizzeri
IL DOSSIER


La contestata
legge di polizia
IL DOSSIER


Rimborsopoli
IL DOSSIER


Le polemiche
sul Cardiocentro
IL DOSSIER


La passerella
sul Verbano
IL DOSSIER


Microplastiche
piaga dei laghi
GRANDANGOLO

Ecco come sarà
il Cardiocentro 1.0
L'INCHIESTA

Sembrano giocattoli
... eppure uccidono
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Il formidabile esercito
...che ora si rinnova
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Quel Modi indiano
piace a Usa e Cina
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Scacco a Tripoli
in quattro mosse
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Dall'Iran sino a Kim
donald alza il tiro
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Dramma e commedia
al Festival di Locarno
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Londra celebra Quant
la "madre" della mini
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Siccità, piogge e uragani
nel sordo allarme clima
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
19.06.2019
Nuova veste grafica, contenuti e funzionalità per il sito della Divisione della formazione professionale
17.06.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, maggio 2019
13.06.2019
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell’economia ticinese, giugno 2019
12.06.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'Ordine del Giorno della seduta del 24 giugno 2019.
12.06.2019
Pubblicato il rapporto annuale 2018 sul programma di monitoraggio ICP-Waters [www.ti.ch/aria]
11.06.2019
Qualità dell'aria in Ticino: rapporto 2018 [www.ti.ch/aria]
07.06.2019
L'Ufficio di vigilanza sulle commesse pubbliche ha rinnovato il suo portale tematico, modificando e aggiornando parte della documentazione [www.ti.ch/commesse]
05.06.2019
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel primo trimestre 2019
31.05.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, aprile 2019
23.05.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, aprile 2019

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

La pubblicità
Per chi vuole
comunicare
con il Caffè
App
"Il Caffè+"
per iPad e iPhone
Scarica »
App
"Il Caffè+"
per Android
Scarica »
Rezzonico
Editore
Tessiner Zeitung
Vai al sito »



I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Incendio
nel centro
di Parigi,
almeno 3 morti

Italia: così
gli scafisti
scaricano i migranti
a Lampedusa