Ma solo una dottoressa ha l'autorizzazione di livello 4
In Ticino un centinaio
di medici del traffico
ANDREA STERN


Ma che cos’è il medico del traffico? È una figura istituita dalla Confederazione nell’ambito del programma per la sicurezza stradale "Via Sicura", approvato dal Parlamento nel 2012 ed entrato in vigore gradualmente. Di medici del traffico ne esistono di quattro tipi, a dipendenza della complessità della casistica che sono chiamati ad esaminare.
Quelli di livello 1, un centinaio nel cantone, si limitano a verificare se una persona anziana è ancora in grado di guidare oppure no. Per svolgere questo ruolo basta conoscere l’Ordinanza sul traffico e legittimarsi al Cantone con un’autocertificazione. I medici del traffico di livello 2, una cinquantina, esaminano anche i conducenti professionisti. A questi medici viene chiesto di svolgere un corso di aggiornamento di una giornata. I medici del traffico di livello 3 sono invece solo due in Ticino, Andrea Bonanno di Chiasso e Renato Benedetto Delli Carpini di Mendrisio. Sono obbligati a seguire un’ulteriore breve formazione e svolgono accertamenti, oltre che su conducenti anziani e professionisti, anche in situazioni particolari. Come in caso di disabilità fisiche o quando occorre valutare la capacità alla guida dopo lesioni o malattie gravi. I due medici si occupano inoltre di verificare eventuali risultati ambigui degli esami dei colleghi di livello 1 e 2. Infine, in cima alla piramide, la dottoressa Mariangela De Cesare, l’unica in Ticino ad aver ottenuto l’autorizzazione di livello 4. Lavora al Centro medico del traffico di Lugano e può svolgere tutti gli accertamenti, in particolare quelli legati alle dipendenze  da alcool o stupefacenti e alle ripetute violazioni del codice stradale.
Ogni anno sono più di mille i conducenti che si affidano ai suoi controlli con l’obiettivo di riottenere la patente. Sempre a proprie spese. E una perizia costa da un minimo di 500 franchi a un massimo di 1’640.
09.09.2018


Articoli Correlati
LO STUDIO

La qualità
dei media svizzeri
IL DOSSIER


Le polemiche
sul Cardiocentro
GRANDANGOLO

"Mi sento vittima
di un complotto"
L'INCHIESTA

'No a piatti di plastica
alle feste e alle mense'
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

I soldi dei contribuenti
per pagare il karaoke
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Trump con i tassi bassi
sogna d'essere Reagan
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
La Libia aspetta
lo scontro finale
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Come i killer dell'Isis
ma non sono terroristi
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Perché il sovranismo
costruisce nuovi muri
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Dramma e commedia
al Festival di Locarno
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
La rivoluzione parte
dal carrello della spesa
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Siccità, piogge e uragani
nel sordo allarme clima
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
07.11.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 19 novembre prossimo
26.10.2018
Pubblicati i dati del censimento rifiuti 2017 [www.ti.ch/gestione-rifiuti, www.ti.ch/oasi]
26.10.2018
Il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto è revocato a partire da sabato 27 ottobre 2018 alle ore 8:00. Si ricorda che restano in vigore le prescrizioni generali definite dal Regolamento di applicazione dell'Ordinanza contro l'inquinamento atmosferico (ROIAT)
24.10.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'Ordine del Giorno della seduta del 5 novembre 2018.
23.10.2018
La Sezione forestale comunica che il divieto assoluto di accendere fuochi all’aperto (RLCFo/RaLLI) in vigore in Ticino e Moesano dal 26 settembre e in Val Poschiavo dal 16 ottobre 2018, viene da oggi esteso anche alla Val Bregaglia
22.10.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, settembre 2018
16.10.2018
La Sezione forestale comunica che il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto (RLCFo/RaLLI) in vigore in Ticino e Moesano dal 26 settembre 2018, viene da oggi esteso anche alla Val Poschiavo
11.10.2018
Pubblicati i dati di funzionamento degli impianti di depurazione in Ticino [www.ti.ch/oasi]
04.10.2018
Avvio della consultazione del Progetto di risanamento fonico delle strade cantonali e comunali del Luganese [www.ti.ch/rumore]
03.10.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 15 ottobre prossimo

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

La pubblicità
Per chi vuole
comunicare
con il Caffè
App
"Il Caffè+"
per iPad e iPhone
Scarica »
App
"Il Caffè+"
per Android
Scarica »
Rezzonico
Editore
Tessiner Zeitung
Vai al sito »



I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch


Degenera
manifestazione
a Barcellona

Trump
denunciato
dopo la stretta
sull'asilo