Di sigaretta ogni anno muoiono 3500 persone in Svizzera
"Chi fuma sottovaluta
il pericolo cancro"
ANDREA STERN


È il cancro che uccide più di tutti. 3.500 morti all’anno nella sola Svizzera. Eppure alle giornate di sensibilizzazione sul tumore polmonare, che si tenevano ogni anno alla Clinica Luganese, partecipavano praticamente solo gli addetti ai lavori. Quest’anno il dottor Francesco Zappa, responsabile del servizio di oncologia, ha quindi detto basta. "Mi resta l’amaro in bocca - spiega -, ma ho capito che per lottare contro il fumo i simposi servono a poco". Perché, è vero, di prevenzione se ne fa tanta. Ma il consumo di tabacco resta stazionario. "Purtroppo il fumatore diventa dipendente da una sostanza chimica e quindi entra in un vortice in cui non è più consapevole dei rischi - osserva -. Se lei andasse al supermercato e vedesse su una confezione di pasta l’avviso ‘questi spaghetti uccidono’ li comprerebbe? Sicuramente no. Il problema delle sigarette è che creano dipendenza".
Bisogna quindi evitare che i giovani cadano in questa dipendenza. "Noi come medici possiamo curare i malati quando sono già malati - afferma -. Sarebbe però necessario un intervento più incisivo da parte della politica, che spesso rimane troppo passiva. Forse influenzata dalla lobby del tabacco, non saprei. Ma ho l’impressione che manchi la volontà di combattere seriamente quello che resta un grosso nemico della nostra società". A livello di decessi, ma anche di costi. "Nessuno ha mai fatto degli studi - osserva Zappa - per quantificare il costo economico dei danni del tabacco, non solo oncologici ma anche cardiovascolari. Ci si lamenta spesso dell’aumento dei costi della salute, ma ci si dimentica che il fumo è il problema numero uno".
Il fumo, non la nicotina, sottolinea il dottor Zappa. "È la combusione del tabacco che genera svariate decine di agenti cancerogeni, la nicotina  in sè crea dipendenza ma non è dannosa - afferma -. Vedo dunque di buon occhio la diffusione della sigaretta elettronica, che permette ai fumatori di inalare nicotina senza subire i danni legati alla combusione del tabacco". Ma anche in merito a questa novità le autorità starebbero prendendo decisioni errate. "Che senso ha vietare la sigaretta elettronica nei mezzi pubblici? - si chiede il medico -. Non crea fumo, al limite odore, come può creare odore anche un panino alla mortadella. Le multinazionali del tabacco vogliono creare confusione, far credere che la sigaretta elettronica sia pericolosa quanto quella classica. E la politica va loro dietro. Sbagliando". a.s.
07.10.2018


ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
22.08.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, luglio 2019
22.08.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, luglio 2019
22.08.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, luglio 2019
20.08.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, luglio 2019
05.08.2019
Comunicazione Ustat: Pericoli naturali Ticino
30.07.2019
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, secondo trimestre 2019
29.07.2019
Avviso di prudenza del 29.07.2019 nell'accensione di fuochi commemorativi e d'artificio per i festeggiamenti del 1° agosto 2019 [www.ti.ch/incendi-boschivi]
15.07.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, giugno 2019
14.07.2019
Traversa di Cavanna/Bedretto - coordinate 682/152 - Predazione 3 pecore
12.07.2019
Consultabili online le temperature dei fiumi misurate in continuo presso le stazioni idrologiche cantonali e federali [www.ti.ch/oasi]
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
A Hong Kong la rivolta
che cambierà la Cina
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
I migranti in Libia
come arma di ricatto
Guido Olimpio
Guido Olimpio
La fuga dei miliardari
imbarazza gli Emirati
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il tiranno Salvini
al ballo del Papeete
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Onda verde e giovane
delle nuove generazioni
Luca Mercalli
Luca Mercalli
"Senza una svolta
ci sarà un'estinzione"


La copertina
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Le pubblicazioni
di Rezzonico
Editore

Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie





I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Indonesia:
Giacarta,
la città
che affonda

Open Arms,
Salvini autorizza
lo sbarco
dei minori

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00