Il contributo della Rete agli ammalati di tumore
Immagini articolo
Dal Ticino all'Inghilterra
il sostegno delle chat
ANDREA BERTAGNI


Offre informazioni e spiegazioni, ma è anche un luogo di confronto e di ascolto per chi cerca sostegno o solo una voce amica. È la chat per sostenere gli ammalati di tumore "Cancerline" della Lega svizzera contro il cancro. Lanciato sei anni da in aggiunta al telefono, alle email, al Forum cancro e a Skype, il canale interattivo nel 2017 ha prestato 348 consulenze, più del doppio rispetto al 2016 e al 2015. A tutti è garantito l’anonimato e le le orecchie, dall’altra parte della tastiera, sono sempre tese per offrire un aiuto a chi non sa come gestire la quotidianità, a chi non capisce quello che gli dicono i medici e gli specialisti e a chi ha solo bisogno di raccontare cosa prova da ammalato.
Lo sportello virtuale è aperto non soltanto a chi è colpito da neoplasie, ma anche a chi conosce qualcuno affetto da tumore come un amico o un familiare. Una volta terminate, le consulenze, dato che trattano temi confidenziali, vengono archiviate in forma anonima. Per registrarsi non è infatti necessario dare i propri dati. Anche uno pseudonimo può bastare per mettersi in contatto con un esperto. La stessa piattaforma esiste anche per i minori, che possono essere confrontati con molti pensieri e sentimenti di rabbia, tristezza e irritazione.
La "Cancerline" non è un servizio medico. Le infermiere dall’altra parte dello schermo, pur con esperienza pluriennale nel settore oncologico, non forniscono diagnosi, prognosi, indicazioni in merito a terapie e non danno secondi pareri.
Ascolto e supporto sono pure gli obiettivi della chat della "Cancer support comunity", la più vasta rete britannica di  aiuto per pazienti oncologici, dedicata anch’essa a chi si trova in una situazione di crisi e ha bisogno di un aiuto rapido, ma per motivi di tempo o di salute non può utilizzare una delle altre offerte di consulenza a disposizione o forse nella situazione in cui si trova preferisce scrivere piuttosto che parlare.
Prende spunto da un gruppo Whatsapp creato da una donna italiana per condividere e affrontare insieme i momenti più difficili il docu-reality "Kemioamiche". Programma trasmesso in Italia in prima serata nel 2017. Protagoniste sono Stefania, Laura, Manuela, Vanda, Giulia, Alessandra, Elisabetta, Carmen e Valentina. Ognuna con la propria famiglia e il proprio lavoro e accomunate dalla scoperta di un cancro al seno. A "Kemioamiche" hanno raccontato lo smarrimento che segue la diagnosi, la paura che accompagna l’inizio di un percorso non facile, il terrore di non farcela, la speranza della guarigione. Storie che si intrecciano durante la chemioterapia, passaggio efficace e fondamentale per la cura del tumore al seno ma che le espone a ulteriori prove: la debolezza fisica, i malesseri e la sospensione temporanea della quotidianità.

an.b.
07.10.2018


LO STUDIO

La qualità
dei media svizzeri
IL DOSSIER


La contestata
legge di polizia
IL DOSSIER


Rimborsopoli
IL DOSSIER


Le polemiche
sul Cardiocentro
IL DOSSIER


La passerella
sul Verbano
IL DOSSIER


Microplastiche
piaga dei laghi
GRANDANGOLO

Ecco come sarà
il Cardiocentro 1.0
L'INCHIESTA

Sembrano giocattoli
... eppure uccidono
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Il formidabile esercito
...che ora si rinnova
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Quel Modi indiano
piace a Usa e Cina
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Scacco a Tripoli
in quattro mosse
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Dall'Iran sino a Kim
donald alza il tiro
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Dramma e commedia
al Festival di Locarno
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Londra celebra Quant
la "madre" della mini
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Siccità, piogge e uragani
nel sordo allarme clima
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
25.06.2019
Aggiornato il catasto del potenziale solare degli edifici con i dati di tettosolare.ch consultabili nel portale dell'Osservatorio ambientale della Svizzera Italiana [www.ti.ch/oasi]
19.06.2019
Nuova veste grafica, contenuti e funzionalità per il sito della Divisione della formazione professionale
17.06.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, maggio 2019
13.06.2019
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell’economia ticinese, giugno 2019
12.06.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'Ordine del Giorno della seduta del 24 giugno 2019.
12.06.2019
Pubblicato il rapporto annuale 2018 sul programma di monitoraggio ICP-Waters [www.ti.ch/aria]
11.06.2019
Qualità dell'aria in Ticino: rapporto 2018 [www.ti.ch/aria]
07.06.2019
L'Ufficio di vigilanza sulle commesse pubbliche ha rinnovato il suo portale tematico, modificando e aggiornando parte della documentazione [www.ti.ch/commesse]
05.06.2019
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel primo trimestre 2019
31.05.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, aprile 2019

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

La pubblicità
Per chi vuole
comunicare
con il Caffè
App
"Il Caffè+"
per iPad e iPhone
Scarica »
App
"Il Caffè+"
per Android
Scarica »
Rezzonico
Editore
Tessiner Zeitung
Vai al sito »



I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Incendio
nel centro
di Parigi,
almeno 3 morti

Italia: così
gli scafisti
scaricano i migranti
a Lampedusa