A Lugano resiste un servizio per invia a vecchi "dispacci"
"In un mese spediamo
oltre 500 telegrammi"
ANDREA STERN


Non vengono recapitati in tempo reale, come le email, ma resistono sfidando la modernità. Come resistono, anche se non sono più obbligatorie, le parole "magiche" che hanno scandito la vita quotidiana di milioni di persone, come lo "stop" tra una frase e l’altra. "In tanti ancora oggi usano il telegramma come strumento di comunicazione", spiega Paola Gianinazzi del centro operativo di SwissTelex con sede a Breganzona. L’azienda ticinese funziona da "call center", qui arrivano le chiamate per la dettatura dei messaggi che poi vengono inviati a destinazione. In Svizzera, oppure in altri Paesi del mondo (ma in questo caso vengono dirottati a una centrale che sta in Olanda). "Quelli diretti nella Confederazione - spiega Gianinazzi - sono in media oltre 500 al mese. Tanti provengono dall’Italia, e sono messaggi per parenti, conoscenti o amici. Spesso si tratta di condoglianze o altre comunicazioni anche legali. Ma bisogna dire che ci sono diversi Paesi che utilizzano ancora questo mezzo, come ad esempio gli Stati arabi". In molte nazioni, tuttavia, il servizio per i telegrammi è stato abbandonati dalle compagnie postali.
A Breganzona c’è anche la centrale per i telex. "Uno strumento che già vent’anni fa davano per morto - aggiunge ancora Gianinazzi - e che invece viene usato dalle aziende". SwissTelex, che è nata nel 2005 quando praticamente nessuno voleva portare avanti questo servizio ritenuto ormai di nicchia con l’avvento di sms, email, messaggi sui social, è collegata alla Unitel Telegram Services con sede legale a Zugo che dal 2002 si occupa di gestire il servizio telegrafico. "Noi raccogliamo i telegrammi a destinazione Svizzera in francese e in italiano - conclude - mentre quelli in altre lingue li smistano ad altre centrali".
25.11.2018


Articoli Correlati
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
19.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, gennaio 2020
14.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, gennaio 2020
11.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, gennaio 2020
10.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, quarto trimestre e anno 2019
06.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, gennaio 2020
06.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, gennaio 2020
05.02.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 17 febbraio 2020
16.01.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, dicembre 2019
10.01.2020
Arge Alp: pubblicato un bando di concorso per un posto vacante presso il segretariato generale
08.01.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 20 gennaio 2020
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Se il virus ci trascinerà
in una recessione
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Il terrorismo resterà
ancora un pericolo
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Dalla tavola sovranista
a quella pro - global
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Si scenderà a patti
con il sistema-Terra
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi


IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie





I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Prove
di Olimpiadi
con la paura
del coronavirus

Messico: donne
in marcia
contro
i femminicidi

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00