function iscriviti() {window.open("http://ads.caffe.ch/ppl/","_blank","width=620,"menubar=no","resizable=no","scrollbars=no")};
In Svizzera grandi disparità tra cantoni nella profilassi
Immagini articolo
Un bambino su venti
non è stato vaccinato
PATRIZIA GUENZI


Un bambino su venti arriva all’età di 2 anni senza aver fatto neanche una delle vaccinazioni raccomandate dalla Confederazione. Ma lo studio di Helsana dimostra che questa quota sta lentamente diminuendo. "In generale i tassi di vaccinazione sono inferiori a quanto ci si aspettava - osserva Ulrich Heininger, primario di pediatria all’ospedale universitario di Basilea interpellato nello studio di Helsana -. Ma stanno salendo e sono convinto che continueranno a farlo".
In Svizzera per i neonati si raccomanda di effettuare le vaccinazioni di base contro difterite, tetano, pertosse, infezioni invasive da haemophilus influenzae di tipo B, poliomielite, morbillo, parotite e rosolia. Inoltre si consiglia di proteggere i propri figli anche da malattie rare ma potenzialmente mortali, come lo pneumococco e il meningococco del gruppo C.
Non tutti i genitori però seguono questi consigli. Con grandi disparità tra i cantoni. Ad Appenzello Interno il 14,2 per cento dei bambini di due anni non è stato sottoposto ad alcuna vaccinazione. A Ginevra, Basilea Città e Basilea Campagna, invece, i bambini non vaccinati sono pochissimi. Anche il Ticino è tra i cantoni più virtuosi, con meno del 3 per cento di bambini di due anni non vaccinati.
Molto dipende, sostiene lo studio, dalla situazione socio-economica dei genitori. Spesso sono quelli con uno status più elevato ad essere maggiormente critici nei confronti dei vaccini. Ma molto dipende anche dalla politica più o meno attiva adottata a livello cantonale. È importante che siano i medici stessi a contattare le famiglie per ricordare loro le scadenze. Perché è dimostrato che tre famiglie su dieci non sono al corrente del piano svizzero di vaccinazioni.
In ogni caso, nonostante in Svizzera le vaccinazioni non siano obbligatorie, Helsana stila un bilancio positivo. Negli anni è progressivamente aumentato il numero di bambini vaccinati e nel contempo le malattie infantili pericolose sono state praticamente debellate. Ma resta un margine di miglioramento. "Per aumentare ulteriormente la percentuale di bambini vaccinati - sostiene il dottor Heininger -, si potrebbero prevedere degli incentivi finanziari. Ad esempio sotto forma di una riduzione dei premi di cassa malati o di un sistema di bonus per coloro che hanno fatto tutti i vaccini nei tempi raccomandati".

a.s.
02.12.2018


Leggi in anteprima
le notizie del Caffè

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
20.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, aprile 2020
15.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, aprile 2020
13.05.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 25 maggio 2020
12.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, primo trimestre 2020
12.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, aprile 2020
08.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Dati settimanali provvisori sui decessi, Ticino e Svizzera, stato al 5.5.2020
06.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, aprile 2020
06.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, aprile 2020
06.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, aprile 2020
30.04.2020
Pubblicato il Rendiconto 2019 del Consiglio di Stato
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Ripartenza a singhiozzo
e borse poco indicative
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Il braccio del Sultano
"allunga" il suo potere
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Nella tana degli affetti
per sentirci meno soli
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Per fermare i virus
aiutiamo l'ambiente
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi

IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

In Francia
si riprende
ad andare
a messa

Spagna:
10 giorni di lutto
e piano di riapertura
dal primo luglio

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00