L'oncologo Francesco Zappa e le terapie antitumorali
"La politica intervenga
sui prezzi dei farmaci"
PATRIZIA GUENZI


Gli antitumorali contribuiscono in larga parte al continuo lievitare della fattura sanitaria. Lo studio di Helsana lo conferma. I costi di ricerca e di sperimentazione degli studi preclinici, importanti e indispensabili, incidono sul prezzo finale. Un prezzo esosissimo che non sempre si giustifica totalmente. Riuscire a ridurre la fattura finale delle cure antitumorali - che sicuramente hanno dato una grossa mano agli oncologi e contribuito a salvare molte vite - darebbe un po’ di fiato al costosissimo carrozzone sanitario elvetico. "La fattura di questi preparati si ripercuote su tutti i cittadini e sul premio della cassa malati", osserva Francesco Zappa, responsabile del reparto oncologia alla Clinica Luganese di Moncucco.
Si sa, le aziende farmaceutiche non sono enti no-profit. E va bene, la differenza è che il loro agire, più che giustificato, ingrossa però l’intera spesa sanitaria che tutti i cittadini sono costretti a sostenere. "La politica potrebbe e dovrebbe intervenire sui prezzi di questi farmaci", sottolinea Zappa.
Ma si sa come vanno queste cose. La politica nicchia. Gli interessi in ballo sono enormi. Le lobby della sanità molto potenti. "Quello che indigna - riprende l’oncologo - è che quando un farmaco ha dei competitori sul mercato il suo prezzo scende. Si giustifica l’impressione che le aziende vogliano lucrare il più possibile".
I generici, in questo senso, hanno un poco contribuito al risparmio. Ma troppo poco. I farmaci generici in Svizzera sono più cari che altrove. Attualmente, le loro tariffe sono fissate in base al prezzo dei medicinali originali. E così, facendo un paragone con i prezzi praticati in quindici Paesi europei, emerge chiaramente che i consumatori elvetici pagano di più. Introducendo un prezzo di riferimento sarebbe possibile risparmiare 400 milioni di franchi, ha più volte spiegato Stefan Meierhans, "Mister prezzi", e consentirebbe all’assicurazione obbligatoria di rimborsare soltanto un importo fisso per ogni principio attivo. I generici che hanno sostanze attive identiche, gli stessi dosaggi e imballaggi sarebbero riuniti in una sola categoria di prezzo.
Insomma, sostenere il consumo di generici obbligherebbe le aziende produttrici a fare degli "sconti". "E sarebbe un risparmio enorme - spiega Zappa -. Esistono terapie tumorali orali che costano sino a 10mila franchi al mese. E il paziente oggi è molto informato, sa che ci sono e le pretende. E se funzionano non possiamo certo rifiutargliele".

p.g.
02.12.2018


ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
19.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, gennaio 2020
14.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, gennaio 2020
11.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, gennaio 2020
10.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, quarto trimestre e anno 2019
06.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, gennaio 2020
06.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, gennaio 2020
05.02.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 17 febbraio 2020
16.01.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, dicembre 2019
10.01.2020
Arge Alp: pubblicato un bando di concorso per un posto vacante presso il segretariato generale
08.01.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 20 gennaio 2020
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Se il virus ci trascinerà
in una recessione
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Il terrorismo resterà
ancora un pericolo
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Dalla tavola sovranista
a quella pro - global
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Si scenderà a patti
con il sistema-Terra
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi


IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie





I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Prove
di Olimpiadi
con la paura
del coronavirus

Messico: donne
in marcia
contro
i femminicidi

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00