L'oncologo Francesco Zappa e le terapie antitumorali
"La politica intervenga
sui prezzi dei farmaci"
PATRIZIA GUENZI


Gli antitumorali contribuiscono in larga parte al continuo lievitare della fattura sanitaria. Lo studio di Helsana lo conferma. I costi di ricerca e di sperimentazione degli studi preclinici, importanti e indispensabili, incidono sul prezzo finale. Un prezzo esosissimo che non sempre si giustifica totalmente. Riuscire a ridurre la fattura finale delle cure antitumorali - che sicuramente hanno dato una grossa mano agli oncologi e contribuito a salvare molte vite - darebbe un po’ di fiato al costosissimo carrozzone sanitario elvetico. "La fattura di questi preparati si ripercuote su tutti i cittadini e sul premio della cassa malati", osserva Francesco Zappa, responsabile del reparto oncologia alla Clinica Luganese di Moncucco.
Si sa, le aziende farmaceutiche non sono enti no-profit. E va bene, la differenza è che il loro agire, più che giustificato, ingrossa però l’intera spesa sanitaria che tutti i cittadini sono costretti a sostenere. "La politica potrebbe e dovrebbe intervenire sui prezzi di questi farmaci", sottolinea Zappa.
Ma si sa come vanno queste cose. La politica nicchia. Gli interessi in ballo sono enormi. Le lobby della sanità molto potenti. "Quello che indigna - riprende l’oncologo - è che quando un farmaco ha dei competitori sul mercato il suo prezzo scende. Si giustifica l’impressione che le aziende vogliano lucrare il più possibile".
I generici, in questo senso, hanno un poco contribuito al risparmio. Ma troppo poco. I farmaci generici in Svizzera sono più cari che altrove. Attualmente, le loro tariffe sono fissate in base al prezzo dei medicinali originali. E così, facendo un paragone con i prezzi praticati in quindici Paesi europei, emerge chiaramente che i consumatori elvetici pagano di più. Introducendo un prezzo di riferimento sarebbe possibile risparmiare 400 milioni di franchi, ha più volte spiegato Stefan Meierhans, "Mister prezzi", e consentirebbe all’assicurazione obbligatoria di rimborsare soltanto un importo fisso per ogni principio attivo. I generici che hanno sostanze attive identiche, gli stessi dosaggi e imballaggi sarebbero riuniti in una sola categoria di prezzo.
Insomma, sostenere il consumo di generici obbligherebbe le aziende produttrici a fare degli "sconti". "E sarebbe un risparmio enorme - spiega Zappa -. Esistono terapie tumorali orali che costano sino a 10mila franchi al mese. E il paziente oggi è molto informato, sa che ci sono e le pretende. E se funzionano non possiamo certo rifiutargliele".

p.g.
02.12.2018


LO STUDIO

La qualità
dei media svizzeri
IL DOSSIER


La contestata
legge di polizia
IL DOSSIER


Rimborsopoli
IL DOSSIER


Le polemiche
sul Cardiocentro
IL DOSSIER


La passerella
sul Verbano
IL DOSSIER


Microplastiche
piaga dei laghi
GRANDANGOLO

Ecco come sarà
il Cardiocentro 1.0
L'INCHIESTA

Sembrano giocattoli
... eppure uccidono
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Il formidabile esercito
...che ora si rinnova
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Quel Modi indiano
piace a Usa e Cina
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Scacco a Tripoli
in quattro mosse
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Dall'Iran sino a Kim
donald alza il tiro
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Dramma e commedia
al Festival di Locarno
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Londra celebra Quant
la "madre" della mini
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Siccità, piogge e uragani
nel sordo allarme clima
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
25.06.2019
Aggiornato il catasto del potenziale solare degli edifici con i dati di tettosolare.ch consultabili nel portale dell'Osservatorio ambientale della Svizzera Italiana [www.ti.ch/oasi]
19.06.2019
Nuova veste grafica, contenuti e funzionalità per il sito della Divisione della formazione professionale
17.06.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, maggio 2019
13.06.2019
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell’economia ticinese, giugno 2019
12.06.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'Ordine del Giorno della seduta del 24 giugno 2019.
12.06.2019
Pubblicato il rapporto annuale 2018 sul programma di monitoraggio ICP-Waters [www.ti.ch/aria]
11.06.2019
Qualità dell'aria in Ticino: rapporto 2018 [www.ti.ch/aria]
07.06.2019
L'Ufficio di vigilanza sulle commesse pubbliche ha rinnovato il suo portale tematico, modificando e aggiornando parte della documentazione [www.ti.ch/commesse]
05.06.2019
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel primo trimestre 2019
31.05.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, aprile 2019

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

La pubblicità
Per chi vuole
comunicare
con il Caffè
App
"Il Caffè+"
per iPad e iPhone
Scarica »
App
"Il Caffè+"
per Android
Scarica »
Rezzonico
Editore
Tessiner Zeitung
Vai al sito »



I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Incendio
nel centro
di Parigi,
almeno 3 morti

Italia: così
gli scafisti
scaricano i migranti
a Lampedusa