function iscriviti() {window.open("http://ads.caffe.ch/ppl/","_blank","width=620,"menubar=no","resizable=no","scrollbars=no")};





La singolare storia del parroco di Caslano, don Franck
Un vulcanico prete
giunto da seminarista
GIUSEPPE ZOIS


L’architetto speciale di questo lungo ponte che va dal Ticino a Dédomé, nel Togo, è don Franck Koffi Essih, un vulcanico prete giunto a Lugano da seminarista nel 1992, tra i primi a frequentare la facoltà di Teologia voluta dal vescovo Eugenio Corecco. Don Franck, 55 anni, arde dalla forte determinazione di aiutare il prossimo. La sua parabola di riferimento è quella del "figliol prodigo" e l’intuizione della sua scommessa è quella di credere e puntare sull’uomo vivo e da far vivere. Lui ha la capacità e la forza di mobilitarsi per tutti, dovunque ci sia un bisogno o un’attesa. Ordinato sacerdote dal vescovo Torti, è stato per 14 anni a Pregassona, nella chiesa nuova; dal 2012 è parroco a Caslano, dove si recano anche molti fedeli, da fuori, per partecipare a liturgie nelle quali è impossibile addormentarsi. "Chi viene in chiesa deve respirare e trasmettere gioia, sentirsi parte attiva e coinvolta".
È un bagaglio che don Franck ha in dotazione naturale, dalla sua terra: ma l’ha arricchito con esperienze fatte al fianco di don Gianmaria Colombo, nei suoi laboratori protetti di Bellinzona, Claro e Piotta, poi a Barranquilla, per un anno, accanto a don Emilio Conrad, nella missione voluta e avviata dal vescovo Ernesto Togni. Per i suoi fratelli africani sogna che non mettano più a rischio la vita in cerca di un altro futuro: "L’Africa deve svilupparsi con gli africani", ripete, facendo il verso a Daniele Comboni. Per questo don Franck si sfianca nel creare opportunità e servizi nella sua terra: un ospedale, un collegio tecnico che intende ampliare ulteriormente, offrendo tetto e scuole per elettrotecnici, informatici e lingue, soprattutto l’inglese. "La mia gente e la mia terra devono ritrovare fiducia in se stessi, evitando sradicamenti e fuga delle intelligenze e forti delle loro professioni e mestieri, creare posti di lavoro e sviluppo".
09.06.2019


Articoli Correlati
Leggi in anteprima
le notizie del Caffè

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
13.07.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, giugno 2020
06.07.2020
Notiziario statistico Ustat: Movimento naturale della popolazione, Ticino, 2019
17.06.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, maggio 2020
17.06.2020
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, giugno 2020
12.06.2020
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel primo trimestre 2020
10.06.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 22 giugno 2020
04.06.2020
Swiss Mobility: opportunità di stage professionale in Svizzera per neodiplomati 2020
20.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, aprile 2020
15.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, aprile 2020
12.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, primo trimestre 2020
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
La Libia è una polveriera
ormai pronta a esplodere
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Le gang dettano legge
in sessanta città Usa
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Nella tana degli affetti
per sentirci meno soli
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Per fermare i virus
aiutiamo l'ambiente
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi

IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

25 anni
dal massacro
di Srebrenica

Belgrado:
assalto
al Parlamento

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00