Cinque centri urbani a confronto: ecologia, socialità e cultura
Immagini articolo
Quali le città con più...
e le città con meno...
MAURO SPIGNESI E ANDREA STERN


La prima tappa è stata Lugano. La città, centro finanziario e locomotiva del Ticino, che per l’imprenditore Stefano Artioli ha però bisogno di uno scossone. Avrebbe perso la sua spinta propulsiva, rallentato la corsa. Da qui il Caffè è partito per allargarsi alle altre città ticinesi e capire invece come stanno affrontando la sfida con il futuro, come faranno i conti con i grandi progetti che hanno già sul tavolo, come riusciranno a convertirsi alle nuove esigenze legale all’ambiente. Ed ecco allora emergere, città per città, limiti e aspetti positivi. Ad esempio: la città più affollata, dunque quella che ha attratto più abitanti? Lugano. La più inquinata? Mendrisio. La più prolifica? Bellinzona. La più ecologica? Locarno. Ma se fra le cinque città a primeggiare in termini di popolazione è chiaramente Lugano, è anche il centro ticinese in cui si sta più stretti, con 891 abitanti per chilometro quadrato. E questo nonostante l’assorbimento della boschiva Val Colla e di Carona.
Sarà forse anche perché si sta stretti che a Lugano la popolazione sta calando. È l’unica tra le dieci principali città svizzere dove le nascite non compensano i decessi e pure il saldo migratorio è negativo. Più partenze che arrivi. Un declino riscontrabile anche a Locarno, Chiasso (dove la natalità è 7,6 neonati ogni mille abitanti) e a Mendrisio, mentre Bellinzona va controcorrente. Una curiosità, i figli più "mammoni" sono quelli di Mendrisio, dove l’85,5% dei giovani tra 15 e 28 anni vive ancora con i genitori. A Lugano la loro percentuale è del 74,6%. Mentre per quanto riguarda gli alloggi vuoti, al primo posto c’è Chiasso con 5.61% di tasso sfitto.
Sul Verbano ci si può però fregiare del titolo di città più sensibile alla mobilità lenta. Il sistema di bike sharing, che copre l’intera regione, è il più vasto del canton, oltre 500 biciclette, di cui circa 300 elettriche. A Lugano, la rete sta crescendo, attualmente le biciclette sono 208. Sempre meglio che a Mendrisio, 5. A Bellinzona, recentemente, sono state inaugurate le prime sei postazioni di bikesharing, dotate complessivamente di 45 biciclette. E sempre a Bellinzona vi è il più alto numero di colonnine di ricarica per auto elettriche, 28, alcune delle quali si trovano però sull’autostrada A2. Locarno risponde con il più basso tasso di motorizzazione, 482 auto ogni mille abitanti, molte meno rispetto alle 677 di Mendrisio.
Infine la cultura. A Lugano vengono spesi ben 830 franchi pro capite per investimenti nella cultura, nello sport e nel tempo libero. Il doppio che a Mendrisio (421) e Locarno (365) e quasi il quadruplo che a Bellinzona (209). Alla fine, dunque, qual è la migliore città del Ticino? A ognuno la propria conclusione. Il bello delle statistiche è proprio quello di essere interpretabili a piacimento.

m.sp./a.s.
(6 - fine)
07.07.2019


ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
19.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, gennaio 2020
14.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, gennaio 2020
11.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, gennaio 2020
10.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, quarto trimestre e anno 2019
06.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, gennaio 2020
06.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, gennaio 2020
05.02.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 17 febbraio 2020
16.01.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, dicembre 2019
10.01.2020
Arge Alp: pubblicato un bando di concorso per un posto vacante presso il segretariato generale
08.01.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 20 gennaio 2020
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Se il virus ci trascinerà
in una recessione
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Il terrorismo resterà
ancora un pericolo
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Dalla tavola sovranista
a quella pro - global
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Si scenderà a patti
con il sistema-Terra
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi


IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie





I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Prove
di Olimpiadi
con la paura
del coronavirus

Messico: donne
in marcia
contro
i femminicidi

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00