function iscriviti() {window.open("http://ads.caffe.ch/ppl/","_blank","width=620,"menubar=no","resizable=no","scrollbars=no")};





L'opinione di Mirko Steiner, direttore di Villa Argentina
"Ci si affida alla coca
per sopportare la vita"
ANDREA BERTAGNI


Il paradosso è che oggi anche l’operaio fa uso di cocaina per lavorare nei cantieri". Mirko Steiner, direttore di Villa Argentina, il centro terapeutico per tossicodipendenti di Lugano, non è sorpreso. Perché i risultati dell’ultimo studio che ha analizzato gli scarichi delle città svizzere e mondiali sono una conferma. Una conferma che il consumo di cocaina e di altre sostanze stupefacenti eccitanti, come l’ecstasy e le anfetamine, cresce anno dopo anno. Il motivo? "L’essere umano oggi si sente pressato dai cambiamenti sociali e tecnologici imposti dalla società - spiega Steiner -, ciò non lo fa stare bene. Vive una costante sofferenza psichica che, secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, ha un nome ben preciso: depressione".
Uno stato di malessere che alcuni affrontano "automedicandosi" con le droghe. "Non è insomma un caso che le sostanze stupefacenti più in voga siano gli eccitanti - continua Steiner -. Oggi sempre più persone vi fanno ricorso  senza rendersi pienamente conto di quello che stanno facendo".
Già, perché l’uso di "neve" non ha solo conseguenze psichiche, ma anche fisiche. "Si perdono i denti, il setto nasale si perfora e si diventa estremamente magri, senza contare che il più delle volte si consumano più droghe assieme, potenziando il tutto con l’alcol". Un mix micidiale. Che oggi può essere alla portata di tutti. Anche perché il prezzo della coca è drasticamente diminuito nel corso degli anni. "Oggi non è più il pilota o il chirurgo a farsi - conclude Steiner - ma anche gli operai e soprattutto i minorenni".
03.11.2019


Articoli Correlati
Leggi in anteprima
le notizie del Caffè

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
13.07.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, giugno 2020
06.07.2020
Notiziario statistico Ustat: Movimento naturale della popolazione, Ticino, 2019
17.06.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, maggio 2020
17.06.2020
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, giugno 2020
12.06.2020
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel primo trimestre 2020
10.06.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 22 giugno 2020
04.06.2020
Swiss Mobility: opportunità di stage professionale in Svizzera per neodiplomati 2020
20.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, aprile 2020
15.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, aprile 2020
12.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, primo trimestre 2020
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
La Libia è una polveriera
ormai pronta a esplodere
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Le gang dettano legge
in sessanta città Usa
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Nella tana degli affetti
per sentirci meno soli
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Per fermare i virus
aiutiamo l'ambiente
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi

IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

25 anni
dal massacro
di Srebrenica

Belgrado:
assalto
al Parlamento

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00