function iscriviti() {window.open("http://ads.caffe.ch/ppl/","_blank","width=620,"menubar=no","resizable=no","scrollbars=no")};




I consigli per evitare incidenti stradali con animali selvatici
"Si muovono in branco
ecco i punti a rischio"
PATRIZIA GUENZI


"Fermarsi immediatamente. Non è così ovvio, me ne rendo conto. C’è lo choc, che spesso annebbia i riflessi del conducente e che spinge molti a fuggire. Ma così si prolunga solo la sofferenza dell’animale". Fabio Croci, guardiacaccia, sa bene cosa succede in caso di scontro tra un animale selvatico e un automobilista. "Lo spavento non va sottavalutato, l’impatto è choccante - dice -, ma la cosa migliore da fare è bloccare sempre l’auto. Ovviamente facendo molta attenzione al traffico attorno, adottando quindi tutte le precauzioni, mettendo in sicurezza il luogo dell’incidente con il triangolo di emergenza. Mai scendere e correre verso l’animale ferito. Prima di tutto viene la sicurezza personale".  
Una volta fermo, l’automobilista deve immediatamente avvisare la polizia che tramite la centrale coinvolgerà il guardiacaccia di zona che farà la sua valutazione. "Spesso l’animale è ferito in maniera grave e possibilità di recupero non ce ne sono, in questi casi dobbiamo procedere  con l’eutanasia - riprende Croci -. Se invece la bestiola è ferita e riesce a scappare subito dopo l’impatto la faccenda si complica. Dobbiamo avvertire una società di cani da traccia addestrati apposta per trovare la selvaggina ferita. Se è recuperabile, portiamo l’animale in una sede apposita e valutiamo il da farsi. Purtroppo succede raramente. La maggior parte delle volte l’animale ha la peggio, resta sulla strada e dobbiamo procedere con l’eutanasia".
E anche Croci ricorda come comportarsi quando si viaggia nelle zone a rischio, ai bordi di prati, boschi o nelle valli: "Ridurre sempre e comunque la velocità e stare molto attenti. Con i fari gli occhi degli animali brillano, quindi questo è già un segnale evidente. Inoltre, se notiamo dei movimenti strani a bordo strada rallentiamo. Se serve fermiamoci e diamo qualche colpo di clacson. La maggior parte delle volte l’animale corre via. Ma attenti, potrebbero sopraggiungerne altri, solitamente si spostano in branco.
p.g.
03.11.2019


Articoli Correlati
Leggi in anteprima
le notizie del Caffè

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
06.07.2020
Notiziario statistico Ustat: Movimento naturale della popolazione, Ticino, 2019
17.06.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, maggio 2020
17.06.2020
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, giugno 2020
12.06.2020
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel primo trimestre 2020
10.06.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 22 giugno 2020
04.06.2020
Swiss Mobility: opportunità di stage professionale in Svizzera per neodiplomati 2020
20.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, aprile 2020
15.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, aprile 2020
12.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, primo trimestre 2020
12.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, aprile 2020
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
La Libia è una polveriera
ormai pronta a esplodere
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Le gang dettano legge
in sessanta città Usa
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Nella tana degli affetti
per sentirci meno soli
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Per fermare i virus
aiutiamo l'ambiente
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi

IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Londra
esce
dal lockdown

Alluvione
nel sud
del Giappone

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00