function iscriviti() {window.open("http://ads.caffe.ch/ppl/","_blank","width=620,"menubar=no","resizable=no","scrollbars=no")};
Pini, linguista, sul censimento svizzero sulle lingue
"Un ottimo risultato
non siamo una rarità"
ANDREA BERTAGNI


Il risultato dell’italiano? Lusinghiero da più punti di vista". Verio Pini, linguista e presidente di Coscienza svizzera, associazione che si impegna per promuovere le diverse identità, lingue e culture presenti nel Paese, non nasconde la propria soddisfazione. Il motivo? "Pur essendo poco al di sotto dell’inglese, la conoscenza dell’italiano in Svizzera ha fatto passi da gigante: dal milione di persone di alcuni anni fa si è passati oggi a oltre 2,5 milioni".
Ma si può ancora migliorare. "Come ha detto Chiara Simoneschi-Cortesi nel suo ultimo anno di presidenza del Consiglio nazionale - riprende Pini - bisogna sempre lottare a favore dei diritti dei ‘parlanti’. Occorre sdoganare l’idea che l’italiano appartiene solo a una comunità minoritaria, quando invece è a tutti gli effetti un idioma molto importante per tutto il Paese".
E pazienza se in cima alle preferenze c’è l’inglese. "Il desiderio degli svizzeri di imparare l’inglese è comprensibile, perché tutti vorrebbero essere trendy e al tempo stesso essere capaci di utilizzare alcuni termini - prosegue Pini -, eppure le competenze maturate in questa lingua sono più contenute di quello che si vorrebbe far credere".
Tanto più che anche la nostra parlata sembra interessare. "Anche questo dato raccolto dall’indagine sulle competenze linguistiche della popolazione svizzera è lusinghiero - precisa Pini - del resto la nostra è una cultura forte che offre molteplici campi di interesse: dall’arte al design, dalla musica al cibo".
17.11.2019


Leggi in anteprima
le notizie del Caffè

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
20.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, aprile 2020
15.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, aprile 2020
13.05.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 25 maggio 2020
12.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, primo trimestre 2020
12.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, aprile 2020
08.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Dati settimanali provvisori sui decessi, Ticino e Svizzera, stato al 5.5.2020
06.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, aprile 2020
06.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, aprile 2020
06.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, aprile 2020
30.04.2020
Pubblicato il Rendiconto 2019 del Consiglio di Stato
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Ripartenza a singhiozzo
e borse poco indicative
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Il braccio del Sultano
"allunga" il suo potere
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Nella tana degli affetti
per sentirci meno soli
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Per fermare i virus
aiutiamo l'ambiente
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi

IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

In Francia
si riprende
ad andare
a messa

Spagna:
10 giorni di lutto
e piano di riapertura
dal primo luglio

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00