Sugli scaffali della Svizzera italiana sempre più "strisce"
Immagini articolo
Fumetti in biblioteca
da ignorati a richiesti
ANDREA BERTAGNI


Graphic novel, comics, bande dessinée, manga o anime. In una parola, fumetti. Raccontano la società. Con disegni. E frasi corte. Ai giovani, soprattutto. Ma anche agli adulti. In passato quasi del tutto snobbati dal mondo editoriale, oggi i fumetti stanno conquistando fette di mercato. Piacciono sempre più. Anche a chi va in biblioteca. Dove non mancano scaffali tematici, workshop, incontri, concorsi e mostre. "Negli ultimi anni abbiamo aumentato di molto la nostra offerta - dice Rita Chianese, responsabile del banco prestiti della Biblioteca cantonale di Bellinzona -. Piacciono molto ai ragazzi ma anche ai giovani adulti".
Si spiegano così le molte iniziative che hanno portato a Bellinzona autori e fumettisti affermati. In biblioteca non manca nessuno. Anche se ai poco avezzi, i nomi di Tuono Pettinato o Zerocalcare non diranno molto. In realtà sono tra gli autori italiani più conosciuti e apprezzati. Anche a Mendrisio la fumettomania sembra aver preso piede. "Siamo aperti da circa un anno - spiega Urs Vögeli, responsabile della biblioteca La Filanda - ma abbiamo sempre avuto un fondo molto curato con titoli degli Anni ’80. Oggi siamo a circa 400 e l’intenzione è quella di continuare con l’ampliamento".
Se in passato erano Tex, Diabolik, Topolino e gli altri a rappresentare la categoria, oggi non è più così. I giovani sono stregati dai romanzi d’autore a fumetti e dalle strisce giapponesi e americane. Per accorgersene basta andare al cinema. E scoprire che molti supereroi della Marvel, la casa editrice statunitense che ha dato i natali, tra gli altri, all’Uomo Ragno, agli X-Men, a Capitan America, ai Fantastici Quattro, sono campioni di incassi. Soprattutto tra gli adolescenti.
Si vedono, si comprano e si chiedono anche in prestito. Anche se al momento non sono in cima alle preferenze di chi va in biblioteca. "Non ci sono tra i libri più prestati - osservano a Bellinzona e a Mendrisio - ma la crescita degli ultimi anni è stata notevole". Non così a Chiasso. Il motivo? "Il nostro è un pubblico composto soprattutto da adulti - afferma Augusto Torriani, responsabile del centro comunale -, di conseguenza non abbiamo una grandissima offerta. C’è da dire che quando qualche ragazzo me li chiede, il più delle volte consiglio di recarsi alla biblioteca delle scuole medie, sicuramente più fornita della nostra".
Nel frattempo la nona arte è considerata sempre più importante anche alla Biblioteca cantonale di Locarno. "Stiamo avendo un ottimo riscontro - dice Giovanni Monti, responsabile del settore - e stiamo spingendo anche molto in questa direzione. Il fumetto non è una sottoletteratura per bambini o adulti particolari; è una forma artistica a tutti gli effetti capace di far riflettere ed entusiasmare". Attorno alle strisce disegnate ci sono ancora troppi preconcetti. Soprattutto in Italia. Ancora Monti. "Ogni mese pubblicizziamo un titolo diverso - prosegue - e a gennaio pubblicheremo un piccolo opuscolo riassuntivo di tutte le graphic novel che abbiamo promosso nel corso dell’anno. Lo stesso critico d’arte Gillo Dorfles diceva che rappresentano una delle poche forme visive in grando di raccontare ancora qualcosa".
Sarà anche per questo che alla Biblioteca cantonale di Lugano i titoli continuano ad aumentare. "Oggi i fumetti in catalogo sono circa 545 - precisa Giulia Cristofaro -  e l’offerta è aumentata in modo considerevole dal 2015".
an.b.
01.12.2019


ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
27.11.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 9 dicembre 2019
27.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, ottobre 2019
22.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, ottobre 2019
18.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, ottobre 2019
15.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, ottobre 2019
13.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, ottobre 2019
13.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, ottobre 2019
06.11.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 18 novembre 2019
04.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, terzo trimestre 2019
30.10.2019
Pubblicati i dati del censimento rifiuti 2018 [www.ti.ch/gestione-rifiuti, www.ti.ch/oasi]
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Un traguardo sociale
ma ancora non per tutti
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Il sanguinoso attacco
alla "Terra dell'alba"
Guido Olimpio
Guido Olimpio
L'attentato a Londra
rilancia l'allarme jihad
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Emmental e pollo
tra i "falsi svizzeri"
Luca Mercalli
Luca Mercalli
"Senza una svolta
ci sarà un'estinzione"
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi


IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie





I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Arrestato
il presunto
aggressore
dell’Aja

Un trono
di soldi…
con lo scopo
di farne di più

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00