Ecco come gli "stylist" curano l'immagine delle star
Immagini articolo
Una folla di esperti
per le bellissime
ROSELINA SALEMI


Potremmo liquidare questo mestiere dagli incerti confini come frivolezza pura e semplice. Pensare che una star decida di vestirsi, truccarsi e pettinarsi come vuole, invece non è così. Una folla di esperti cura ogni dettaglio e in cima alla piramide c’è sempre qualche stylist. Per quanto bellissima sia Lupita Nyong’o, è stato l’abito azzurro di Prada scelto per lei da Micaela Erlanger a scolpire la sua immagine nella memoria collettiva. Lo striptease di Lady Gaga al Met Ball 2019 con tre abiti sovrapposti porta invece la firma di Brandon Maxwell.
Ogni anno Jimmy Choo e The Hollywood Reporter dedicano il Most Powerful stylist luncheon, evento "glam" di Los Angeles, ai 25 nomi più influenti, e chi non entra nella lista soffre. La più potente è ancora Kate Young che cura il guardaroba di Dakota Johnson, Selena Gomez, Natalie Portman e Margot Robbie. Nella top ten non manca mai Elizabeth Stuart, che ha vestito Cate Blanchett e Sandra Bullock per 102 volte allineando un abito da sera dopo l’altro. Samantha McMillen è famosa per aver guidato la transizione di Elle Fanning da bambina prodigio a diva glam. Una fatica, per quanto simpatica sia la ragazza: 21 look soltanto per Cannes. Ilaria Urbinati, nata a Roma, trapiantata a Los Angeles, ha conquistato l’invidiabile diritto di dare ordini agli uomini più sexy di Hollywood, in pratica, l’altra metà del red carpet. Per Armie Hammer, nominato agli Oscar 2018 con "Chiamami col tuo nome" ha scelto un completo di velluto rosso cupo, uno stile tra i più fotografati.
Non si tratta soltanto di vestiti giusti. Le star hanno un continuo bisogno di cambiare immagine. Vanno in crisi per un taglio di capelli sbagliato, un brufolo, una ruga. La stylist arruola lo staff, almeno a Hollywood: facialist, truccatori, parrucchieri, allenatori personali. In Europa è un po’ diverso, non sempre c’è una figura centrale che coordina tutto. Per esempio, Pablo Ardizzone ha curato per anni skincare e haircare di Charlene di Monaco, "una donna esigente, simpatica, collaborativa. Ho creato il rossetto che ha portato al matrimonio in chiesa, visto da 150 milioni di telespettatori. Un colore esclusivo con una formula segreta che non rifarò mai più. Anche se aveva un’idea molto chiara di sè, si è lasciata consigliare". Ardizzone è sicuro che tutti i personaggi pubblici abbiano bisogno di stylist e, per quanto lo riguarda, vorrebbe occuparsi del Papa. Scherza: "Ci sarebbero moltissimi dettagli sui quali lavorare...".
Nel cinema italiano, Eleonora Pratelli, moglie di Giuseppe Fiorello, è la figura più simile alla blasonata Elizabeth Stuart. La sua agenzia, Suite 19, è un interessante punto d’incontro fra cinema e moda. C’è lei dietro molti look di Valeria Golino (che ha qualche volta rinunciato agli inconfondibili ricci), di Alba Rohrwacher, in Valentino sul red carpet di "Lazzaro felice" a Cannes 2019, di Matilde Gioli, elegantissima a Venezia 75 in Giorgio Armani . Susanna Ausoni, invece ha iniziato come look maker musicale con Paola Maugeri, e poi sono arrivate Carmen Consoli, Irene Grandi, Dolcenera. "Ho curato i dj storici di Mtv, li ho aiutati a esprimere il loro stile - racconta -, cerco di coordinare tutto, abito, trucco, acconciatura. Insisto perché le scelte siano coerenti con il personaggio. L’artista non deve essere schiacciato dall’abito. Deve essere wow, restando se stesso".
15.12.2019


Articoli Correlati
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
18.03.2020
Pubblicazione straordinaria: Decreto esecutivo concernente l’annullamento e il rinvio delle elezioni comunali per il periodo 2020-2024 del 18 marzo 2020
18.03.2020
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, marzo 2020
13.03.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, febbraio 2020
11.03.2020
Notiziario statistico Ustat: Risultati provvisori della statistica delle transazioni immobiliari, Ticino, quarto trimestre e anno 2019
28.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, gennaio 2020
26.02.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 9 marzo 2020
19.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, gennaio 2020
14.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, gennaio 2020
11.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, gennaio 2020
10.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, quarto trimestre e anno 2019
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
L'economia malata
cambierà la società
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Il terrorismo resterà
ancora un pericolo
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Nella tana degli affetti
per sentirci meno soli
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Per fermare i virus
aiutiamo l'ambiente
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi



IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie




I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Coronavirus:
il business
della paura

Wuhan:
prove tecniche
di normalità

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00