La nuova legge cambia la strategia dei locali a luci rosse
Immagini articolo
"Le lucciole aiutano
la salute dei disabili"
ANDREA STERN


In gergo tecnico si chiamano accarezzatrici e accarezzatori. Sono persone, donne e uomini, che propongono ai disabili massaggi, carezze, esperienze sessuali e giochi erotici. Ma sono estremamente pochi. Una decina in tutta la Svizzera, nessuno in Ticino. Così per le persone con problemi psichici o fisici la sessualità resta spesso una chimera. Un problema, secondo Kathya Bonatti, sessuologa e formatrice. "Reprimere i propri stimoli e i propri desideri sessuali - afferma - può avere conseguenze nefaste. Per essere in buona salute bisogna avere una vita sessuale, chiaramente in funzione delle proprie capacità. La salute è un diritto. Di conseguenza lo è anche la sessualità".
Facile da dire, difficile da fare. "Per gli invalidi l’approccio al sesso è sempre complicato - prosegue l’esperta -. Ci sono persone con problemi fisici che fanno fatica a muoversi. Persone con disabilità mentale che non riescono a relazionarsi con gli altri. Ma il loro corpo ha gli stessi stimoli di tutti noi. Per questo è importante che abbiano una vita sessuale. Basta evitare le gravidanze. Per una persona down, ad esempio, rimanere incinta potrebbe essere un problema".
Per la maggior parte delle persone disabili, però, il primo problema è già quello di trovare un compagno o una compagna con cui sperimentare le proprie fantasie. "L’ideale sarebbe che ci fossero più accarezzatori e più accarezzatrici - sostiene Bonatti -. Purtroppo però questo servizio è ancora molto poco diffuso nel nostro cantone. In Ticino non c’è nessuno che si occupi della sessualità dei disabili. E non è facile trovare chi sia disposto a farlo". Anche perché non si tratta di una professione. "Tutte le accarezzatrici e gli accarezzatori - spiega Bonatti - hanno già un altro lavoro. Hanno seguito una formazione e vengono remunerati per le loro prestazioni. Ma diciamo che è più una sorta di volontariato".
A cercare di sopperire a questa carenza ci pensano i locali erotici. Da sempre. Ma ora che il settore delle luci rosse si è un po’ spento, la nicchia di mercato dei disabili diventa ancora più interessante. In particolare il titolare del Calypso 2 di Ponte Cremenaga annuncia con fierezza di aver predisposto il suo locale appositamente per accogliere questo tipo di clientela. "Bene - commenta Bonatti -. Nella misura in cui assolve questo compito, la prostituzione istituzionalizzata ha sicuramente un ruolo positivo".
Il rischio è però che il servizio ai disabili venga usato come foglia di fico per riabilitare un settore in cui continuano a regnare abusi e sfruttamento. "Ma è un settore legale - ribatte Bonatti -. Il problema più che altro è che le lavoratrici del sesso non hanno una formazione specifica. Per prendersi cura dei disabili ci vogliono persone che sappiano andare oltre il semplice rapporto sessuale".
E quindi, vista la carenza di accarezzatrici e la crisi dei locali erotici, perché non prendere due piccioni con una fava? "Penso che sarebbe utile - afferma Bonatti - se le lavoratrici del sesso potessero seguire dei corsi di specializzazione sulla sessualità dei disabili. Da una parte si ovvierebbe a una mancanza, dall’altra si potrebbe offrire un servizio più adeguato".
astern@caffe.ch
26.01.2020


Articoli Correlati
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
18.03.2020
Pubblicazione straordinaria: Decreto esecutivo concernente l’annullamento e il rinvio delle elezioni comunali per il periodo 2020-2024 del 18 marzo 2020
18.03.2020
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, marzo 2020
13.03.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, febbraio 2020
11.03.2020
Notiziario statistico Ustat: Risultati provvisori della statistica delle transazioni immobiliari, Ticino, quarto trimestre e anno 2019
28.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, gennaio 2020
26.02.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 9 marzo 2020
19.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, gennaio 2020
14.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, gennaio 2020
11.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, gennaio 2020
10.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, quarto trimestre e anno 2019
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
L'economia malata
cambierà la società
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Il terrorismo resterà
ancora un pericolo
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Nella tana degli affetti
per sentirci meno soli
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Per fermare i virus
aiutiamo l'ambiente
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi



IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie




I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Coronavirus:
il business
della paura

Wuhan:
prove tecniche
di normalità

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00