function iscriviti() {window.open("http://ads.caffe.ch/ppl/","_blank","width=620,"menubar=no","resizable=no","scrollbars=no")};




Scrivere i propri sentimenti resiste nel tempo
Immagini articolo
Parole che sulla carta
riaccendono l'amore
ROSELINA SALEMI


Tutte le lettere d’amore sono ridicole./ Non sarebbero lettere d’amore se non fossero ridicole./ Anch’io ho scritto ai miei tempi lettere d’amore, come le altre, ridicole./ Le lettere d’amore, se c’è l’amore, devono essere ridicole./ Ma dopotutto solo coloro che non hanno mai scritto lettere d’amore sono ridicoli". Così la pensava Fernando Pessoa, poeta del ‘900 tanto grande quanto schivo, scontroso. Eppure le lettere d’amore, anche se modernizzate, scritte su smartphone, tablet e computer non sono un genere in estinzione. La prova? Morgane Ortin, 28 anni, laureata alla Sorbona, per le lettere d’amore ha sempre avuto un’ossessione. Specializzata in epistolari di scrittori, nel 2017 diventa Instagrammer con l’account: @amours_solitaires, seguito poi da @amours_familiares e @amours_amicales, su cui pubblica ogni giorno messaggi d’amore anonimi. Un successo incredibile. Più di 25mila conversazioni dolci, dure, esilaranti, erotiche, folli, sensuali, furbe, pungenti conquistano quasi seicentomila follower. Ortin decide di selezionarle per comporre, con il contributo involontario di 278 persone, un romanzo (Amori solitari, edizioni tre60) ora tradotto in italiano. Protagonisti: Lui e Lei (senza nome). Hanno un passato, e le cose non sono andate bene. Ma il loro è un amore infuocato, diverso da tutti quelli che hanno vissuto prima. E ha bisogno di essere dichiarato.
Lui: "Ti respiro nell’aria ovunque vada. Ti vedo per strada mentre cammino. Non volevo che succedesse, volevo essere forte e invece sono debole, completamente perso senza il tuo profumo, il tuo calore, la tua schiena liscia". Lei: "Credo di amarti come quelle anime che si incontrano di rado nella vita, senza sapere come, senza sapere perché, perché ti amo nella tua totalità, in tutto ciò che sei, non mi importa cosa mi dai o non mi dai e, costi quel che costi, voglio che tu faccia parte della mia vita per sempre". "Non è facile esprimere l’amore - spiega la psicologa Francesca Santarelli -, certe volte le coppie entrano in crisi proprio perché non si parlano. Ci sono blocchi emotivi, aree di non detto, desideri difficili da confessare. Per questo, molte volte, nella terapia suggeriamo di scrivere: è più semplice che affrontare uno sguardo. Impone una riflessione. Al contrario di quanto molti credono, la terapia non garantisce che la relazione si aggiusterà, ma aiuterà anche a lasciarsi meglio". E uno degli esercizi più frequenti è proprio la lettera d’amore. "Serve a ricordare perché abbiamo scelto quella persona e le abbiamo fatto promesse che eravamo convinti di mantenere".
È in fondo una lettera d’amore l’incipit di Marriage Story il bellissimo film con Scarlett Johansson e Adam Driver. Il mediatore al quale si sono rivolti li invita a elencare i motivi per cui anni prima si sono innamorati, sposati e deciso di avere un figlio. Ognuno scrive a mano due paginette, toccanti, commoventi (anche se poi il matrimonio non si aggiusta e lei non ha il coraggio di leggerle ad alta voce). Francesca Santarelli assicura che il bisogno di riflessione sta riemergendo in maniera molto forte anche nei giovani: "Forse è stata proprio la velocità, un sistema che invita al mordi e fuggi con un app, ad aver prodotto anticorpi come le lettere d’amore", osserva.
C’è voglia di non buttar via alla prima difficoltà una relazione alla quale teniamo, di salvare i momenti belli anche quando la crisi è irreversibile. Forse ha ragione Morgane Ortin: "La parola scritta sarà parte della Rivoluzione dell’amore".
09.02.2020


Leggi in anteprima
le notizie del Caffè

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
30.10.2020
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, terzo trimestre 2020
28.10.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 9 novembre prossimo
13.10.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, settembre 2020
07.10.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 19 ottobre 2020
05.10.2020
Notiziario statistico Ustat: Statistica delle abitazioni vuote, Ticino, 1° giugno 2020
17.09.2020
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell’economia ticinese, settembre 2020
14.09.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, agosto 2020
09.09.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 21 settembre 2020
09.09.2020
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel secondo trimestre 2020
27.08.2020
Notiziario statistico Ustat: Popolazione residente permanente, Ticino, 2019
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Cina, ovvero "Fabbrica"
per un mondo malato
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Tutte le ipotesi in campo
dopo la guerra più lunga
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Cibo, ambiente e clima
portano alla nuova umanità
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Abbiamo appena dieci anni
per evitare una catastrofe
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi

IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Accordo
fra Israele e Sudan
per normalizzare
le relazioni

Repubblica Ceca,
ospedale da campo
contro il Covid-19
a Praga

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00