function iscriviti() {window.open("http://ads.caffe.ch/ppl/","_blank","width=620,"menubar=no","resizable=no","scrollbars=no")};




Durante il lockdown sono nate tante piccole nuove emittenti
Immagini articolo
Dall'isolamento forzato
sono emerse le radio
ANDREA STERN


Dal silenzio della quarantena è emersa la radio. Non una, ma tante piccole nuove emittenti che hanno aiutato chi le ha create e chi le ha ascoltate a superare il periodo di isolamento forzato. Alcune sono state create da celebrità dell’etere, come Grant Benson, noto speaker radiofonico inglese che negli ultimi decenni ha collaborato con diverse delle principali emittenti italiane. Isolato nella sua casa di Morcote insieme alla compagna Daniela Moroni, Benson si è messo a trasmettere quasi per scherzo, per rompere la noia. Ma la sua Radio Morcote International è in breve tempo diventata un riferimento per gli amanti della musica rock, con ascolti da ogni parte del globo. Se n’è accorta anche l’Agenzia turistica ticinese, che ha inserito l’emittente di Benson tra "le migliori iniziative per far ripartire il Ticino".
E la zona dell’Arbostora si è rivelata particolarmente fertile, durante il "lockdown". A pochi chilometri da Morcote un macchinista di professione e dj di passione, ritrovatosi chiuso in casa a causa del virus, ha ideato Radio Lago Melide. Una piccola emittente che propone un’ampia scelta di podcast musicali, alcuni dei quali sono già stati scaricati decine di migliaia di volte. Sulla montagna invece l’artista Giotto Parini ha creato Radio Carona Skonvolt. Nel giro di poche settimane è riuscito a coinvolgere parecchi dj ticinesi che gli hanno fornito materiale sufficiente per andare in diretta tutti i giorni, dal mattino a mezzanotte.
La rinnovata passione per la radio non si è limitata ai soli confini cantonali. Anche nel resto della Svizzera la quarantena ha scatenato la fantasia degli amanti della musica. A Losanna per esempio due giovani hanno messo in linea Radio 40, uno spazio dedicato a tutti gli artisti che si sono visti annullare i loro concerti, spettacoli o dj set a seguito dell’emergenza sanitaria. Hanno così potuto esibirsi lo stesso, raggiungendo il loro pubblico attraverso la rete.
In Italia si sono distinti alcuni studenti di Bolzano, che durante la quarantena hanno creato Radio Quarantenna. Un’emittente che trasmette sul web, "pensata per fare compagnia a chiunque ne abbia voglia durante questi periodi tristi e cupi". I giovani trasmettono ognuno dalla propria stanza e ognuno secondo i propri gusti. Radio Quarantenna, la cui attività prosegue anche dopo la levata delle restrizioni, propone così momenti di musica alternati a riflessioni sull’attualità, approfondimenti culturali o semplici conversazioni.
A Milano invece ha visto la luce Radio Virus, un esperimento del centro sociale Macao. Il palinsesto è molto ricco e varia dall’intrattenimento musicale agli approfondimenti culturali fino ai programmi di giornalismo di inchiesta.
La ricca e rinnovata offerta ha così rilanciato l’interesse per un mezzo, la radio, che avrebbe potuto soffrire più di altri il "lockdown". E in parte l’ha sofferto, perché la forte riduzione dei tragitti in automobile ha fatto drasticamente calare gli ascolti delle emittenti tradizionali. Ma secondo una ricerca di Gfk durante la quarantena è aumentata la percentuale di coloro che ascoltano la radio in casa, dal 48 al 70%.
Meno autoradio, più streaming, insomma. E complessivamente il bilancio è tutto sommato positivo. La radio ha guadagnato un 2,4% in più di ascoltatori. Grazie a tutte queste piccole, nuove creature sul web.
a.s.
06.06.2020


Leggi in anteprima
le notizie del Caffè

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
30.10.2020
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, terzo trimestre 2020
28.10.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 9 novembre prossimo
13.10.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, settembre 2020
07.10.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 19 ottobre 2020
05.10.2020
Notiziario statistico Ustat: Statistica delle abitazioni vuote, Ticino, 1° giugno 2020
17.09.2020
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell’economia ticinese, settembre 2020
14.09.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, agosto 2020
09.09.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 21 settembre 2020
09.09.2020
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel secondo trimestre 2020
27.08.2020
Notiziario statistico Ustat: Popolazione residente permanente, Ticino, 2019
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Cina, ovvero "Fabbrica"
per un mondo malato
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Tutte le ipotesi in campo
dopo la guerra più lunga
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Cibo, ambiente e clima
portano alla nuova umanità
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Abbiamo appena dieci anni
per evitare una catastrofe
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi

IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Accordo
fra Israele e Sudan
per normalizzare
le relazioni

Repubblica Ceca,
ospedale da campo
contro il Covid-19
a Praga

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00