function iscriviti() {window.open("http://ads.caffe.ch/ppl/","_blank","width=620,"menubar=no","resizable=no","scrollbars=no")};




Il glaciologo Roberto Azzoni sulla storia del monte Ararat
"L'impatto dei cambiamenti
qui è maggiore che altrove"
MARIA MICHELA D'ALESSANDRO DA KHOR VRAP


Roberto Sergio Azzoni, glaciologo dell’Università degli studi di Milano, nel 2014 insieme ad un gruppo di ricercatori ha partecipato ad una spedizione scientifica sul Monte Ararat.
Come mai proprio l’Ararat?
"La spedizione è stata organizzata nell’ambito dei 150 anni del Club alpino italiano (Cai). Era stata scelta quell’area perché il comitato scientifico del Cai aveva sia un vulcanologo che un glaciologo. In più, in quella zona ci sono ghiacciai di piccole dimensioni, caratteristica che li rende unici".
Che tipo di risultati ha portato la spedizione?
"Abbiamo fatto due grossi lavori: uno di quantificazione glaciale sul monte, ed un altro sulla valle che percorre l’Ararat e punta verso l’Armenia. Abbiamo cercato di ricostruire un evento avvenuto nel 1840. Probabilmente ci fu una leggera attività eruttiva del vulcano che ha portato alla rapida fusione della calotta glaciale".
Cosa è cambiato a livello climatico nella zona?
"Tutta l’area mediterranea in senso lato, compresa l’Armenia e la Turchia, è una delle zone più colpite dai cambiamenti. Gli impatti sono maggiori, anche se si parla di un solo grado in più".
Qual è la situazione dell’Ararat?
"L’arretramento è maggiore di quello delle Alpi. È importante studiare quel ghiacciaio perché si trova in una zona desertica: se si dovessero sciogliere i ghiacciai sulle Alpi ci sarebbe lo stesso l’acqua grazie a neve e piogge, lì molta disponibilità è stata tolta dalla fusione glaciale".
13.06.2020


Leggi in anteprima
le notizie del Caffè

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
30.10.2020
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, terzo trimestre 2020
28.10.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 9 novembre prossimo
13.10.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, settembre 2020
07.10.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 19 ottobre 2020
05.10.2020
Notiziario statistico Ustat: Statistica delle abitazioni vuote, Ticino, 1° giugno 2020
17.09.2020
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell’economia ticinese, settembre 2020
14.09.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, agosto 2020
09.09.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 21 settembre 2020
09.09.2020
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel secondo trimestre 2020
27.08.2020
Notiziario statistico Ustat: Popolazione residente permanente, Ticino, 2019
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Cina, ovvero "Fabbrica"
per un mondo malato
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Tutte le ipotesi in campo
dopo la guerra più lunga
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Cibo, ambiente e clima
portano alla nuova umanità
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Abbiamo appena dieci anni
per evitare una catastrofe
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi

IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Accordo
fra Israele e Sudan
per normalizzare
le relazioni

Repubblica Ceca,
ospedale da campo
contro il Covid-19
a Praga

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00