function iscriviti() {window.open("http://ads.caffe.ch/ppl/","_blank","width=620,"menubar=no","resizable=no","scrollbars=no")};




I segni distintivi sono ora un valore aggiunto per la moda
Immagini articolo
Lentiggini e ciglia folte,
donne imperfette ma belle
ROSELINA SALEMI


La top sudanese Awen Mayen Chuol porta con orgoglio una cicatrice sulla guancia. Alessandro Michele ha voluto Ellie Goldstein, 18 anni, modella down, per la campagna del mascara L’Obscur. E ha imposto l’insolito fascino di Armine Harutyunyan, 23 anni, armena, diventata oggetto di body shaming (in rete l’hanno criticata con rara ferocia). Viso spigoloso, ciglia folte, lentiggini, denti distanziati, naso aquilino. Difetti? Ma no... Segni distintivi, valore aggiunto nel mondo della moda che sta rivedendo in fretta il concetto di bellezza. È un trend. L’attrice Kasia Smutniak, dopo aver condiviso su la sua vitiligine su Instagram, ha creato un’App per simularla. All’inizio era preoccupata. "Da un lato ero fiera di aver mostrato una nuova me - ammette -, dall’altro avevo paura di non essere accettata, nel mio lavoro per esempio, o di sentirmi derisa, osservata. E sapete cosa è successo? Nulla di eclatante. Sono arrivati tanti commenti di sostegno e di condivisione, ma soprattutto, io ho smesso di vedere le macchie. Proprio come i nei. Sai che ci sono, però non ci fai tanto caso. Perché è naturale, e fanno parte di te". Così è nato #Beautyligo, un filtro che simula le macchie da vitiligine. "Sarei felice se lo provassimo tutti in omaggio alla bellezza della diversità".
A proposito di diversità, Rihanna è stata una delle prime ambasciatrici della tendenza body positive. Dopo Fenty Beauty, con la sua infinita serie di fondotinta per tutti i colori di pelle, dopo l’intimo Savage per corpi di tutte le forme ed età, punta su donne al naturale. Parola d’ordine "inclusione". È il punto d’arrivo di un percorso cominciato con le top che rifiutavano di correggere il diastema (Lara Stone, Vanessa Paradis, Giorgia May Jagger), non si vergognavano della vitiligine (Winnie Harlow) o della taglia plus size (Candice Huffine). Brunette Moffy è l’unica cover girl strabica. L’attrice down Jamie sale e scende dalla passerella. Sono emerse Molly Bair, modella definita "alienica" (grandi orecchie, occhi immensi, bocca minuscola) e Diandra Forrest, albina. Nicola Formichetti, autore di parecchi, sconvolgenti look di Lady Gaga, assicura: "Essere unici è molto più bello che essere perfetti. Bisogna cambiare il modo di guardare le cose". Si fa strada un pensiero collettivo che trova la perfezione quasi fastidiosa (confrontarsi con le sorelle Hadid è mission impossible). In nessun altro modo si spiega perché l’unconventional beauty stia diventando popolare e persino indispensabile. Espressione di self empowerment. Nella moda è il momento delle ragazze che, non molto tempo fa, sarebbero state scartate senza esitazioni.
La make-up artist Laura Portomeo racconta la straordinaria inversione di tendenza: "Su set, passerelle e festival il mio lavoro era tappare i buchi dei piercing con primer al silicone in dosi massicce, depilare le sopracciglia, coprire lentiggini e cicatrici. Oggi l’imperfezione significa unicità, anzi c’è una grande ricerca di asimmetrie, occhi distanti, persino brufoletti (guai a coprirli), volti glabri, monociglio alla Frida Khalo, insomma, i famosi segni distintivi. Il mio lavoro è diventato più semplice? Niente affatto. Non puoi cancellare e rifare, devi dare una sensazione di bellezza rendendo armonica la disarmonia, perciò ti tocca tirar fuori un supplemento di creatività. L’autenticità rende liberi ma è faticosa".
14.11.2020


Articoli Correlati
Leggi in anteprima
le notizie del Caffè

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
19.11.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, ottobre 2020
13.11.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, ottobre 2020
11.11.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 23 novembre 2020
10.11.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, ottobre 2020
10.11.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, ottobre 2020
06.11.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, ottobre 2020
05.11.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, ottobre 2020
30.10.2020
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, terzo trimestre 2020
28.10.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 9 novembre prossimo
13.10.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, settembre 2020
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Il trionfo di Biden
in un Paese dilaniato
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
La perenne infinita attesa
per l'attacco all'Occidente
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Tormentati e solitari,
animati dalla genialità
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Abbiamo appena dieci anni
per evitare una catastrofe
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Si pensi anche ai costi
causati da altre limitazioni

IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Thailandia:
nuove
proteste
a Bangkok

Piovono razzi
su Kabul.
Sospetti
sui talebani

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00