function iscriviti() {window.open("http://ads.caffe.ch/ppl/","_blank","width=620,"menubar=no","resizable=no","scrollbars=no")};




L'autonomia delle bicicletta con la pedalata assistita
Immagini articolo
Come dare all'e-bike
la giusta potenza
CLEMENTE MAZZETTA


Dura o non dura? È il dilemma dagli e-bikers che hanno bisogno di quel sovrappiù di potenza. Quell’aiuto necessario per rimanere in sella il più a lungo possibile, scattare sulle salite più impegnative, rilanciarsi sui dossi. Evitando di essere lasciati "sulle proprie gambe" sul più bello, costringendosi a fatiche improbe per ritornare a casa. Stiamo parlando delle bici a pedalata assistita, ovviamente le e-bikes dotate di un gruppo elettrico che aiuta - assiste, appunto - il ciclista alleggerendo la fatica con quella "spinta in più". Ma per procedere nella marcia bisogna continuare a pedalare. Quello delle e-bikes è un fenomeno in crescita  anche in Ticino dove si può disporre di itinerari molto interessanti, con tanto di colonnine di ricarica. "Difficile stabilire a priori la durata di una batteria - spiega Paola Belotti, dell’omonimo negozio locarnese -, dipende dal tipo di bicicletta, dal tipo di batteria, ma anche dal peso del ciclista, dal percorso che si vuole fare, dall’uso che se ne fa, da come si pedala e soprattutto da quanto di pedala".
Cominciamo col dire che le batterie migliori, quelle più utilizzate per le biciclette elettriche sono agli ioni di litio. Si differenziano per dimensioni, peso, capacità, prezzo e sistema di gestione. A seconda del produttore, dell’uso e della cura, una batteria può durare dai 2 ai 5 anni, poi deve essere smaltita in modo adeguato. Queste batterie al litio per e-bike con pedalata assistita, se di ottima qualità, possono garantire oltre un migliaio di cicli di ricarica (verificare all’acquisto). In linea di massima se si fanno una cinquantina di ricariche l’anno - con tempo che va dalle 2 alle 5 ore - possono durare a lungo.
Per l’uso giornaliero mediamente l’autonomia a disposizione si attesta tra i 70 e i 120 chilometri utilizzando una batteria da 500 wattora. Se si dimezza la potenza, l’autonomia si riduce fra i 50 e gli 80 chilometri. Che è già un bel girare. Occorre però considerare questi dati in maniera abbastanza generica, visto le molte variabili di "guida". Molto fa l’energia di chi pedala.
Ci sono però dei consigli da seguire se si vuole mantenerne l’efficacia ai massimi livelli. Ad esempio è meglio usare il livello massimo di assistenza solo in salita e dopo l’accensione. Evitare pesi eccessivi. Meglio ancora partire con una marcia leggera e cambiare gradualmente con la marcia più pesante durante l’accelerazione. E se possibile pedalare oltre i 25 km senza "assistenza". Per far durare la batteria meglio calibrare bene l’aiuto nella pedalata. Poi, come sempre è pianificare l’escursione calcolando i chilometri, tenendo presente le salite, verificando dove, se del caso, potrà essere possibile ricaricarla.
E infine, trattate bene la vostra e-bike. Non lasciatela all’aperto, sotto l’acqua, mettetela in un garage dove possibilmente ci sia una temperatura attorno ai 20 gradi e che non scenda mai sotto lo zero. Non lasciate troppo a lungo la batteria completamente carica o scarica. E vedrete che ripartirà alla grande.
cmazzetta@caffe.ch
14.11.2020


Articoli Correlati
Leggi in anteprima
le notizie del Caffè

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
19.11.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, ottobre 2020
13.11.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, ottobre 2020
11.11.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 23 novembre 2020
10.11.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, ottobre 2020
10.11.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, ottobre 2020
06.11.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, ottobre 2020
05.11.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, ottobre 2020
30.10.2020
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, terzo trimestre 2020
28.10.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 9 novembre prossimo
13.10.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, settembre 2020
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Il trionfo di Biden
in un Paese dilaniato
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
La perenne infinita attesa
per l'attacco all'Occidente
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Tormentati e solitari,
animati dalla genialità
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Abbiamo appena dieci anni
per evitare una catastrofe
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Si pensi anche ai costi
causati da altre limitazioni

IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Thailandia:
nuove
proteste
a Bangkok

Piovono razzi
su Kabul.
Sospetti
sui talebani

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00