function iscriviti() {window.open("http://ads.caffe.ch/ppl/","_blank","width=620,"menubar=no","resizable=no","scrollbars=no")};

In tempi di semi lockdown si può fare il giro del mondo
Immagini articolo
Viaggiare con il naso,
un'esperienza cerebrale
ROSELINA SALEMI


Viaggiare con il naso, si può? Sembra proprio di sì. Di sicuro è un’esperienza cerebrale, sofisticata, ma è anche una discreta alternativa. In tempi di semi-lockdown e legittimi timori, i profumi possono farci fare il giro del mondo, da una sala da tè londinese alle spiagge di Biarritz, da un giardino indiano al forest bathing in Australia. Lo confermano gli studi,  appena pubblicati, del neuroscienziato Steve Ramirez (Università di Boston) sul rapporto tra odori e ricordi, e il saggio di Ann-Sophie Barwich Smellosophy: what the nose tells the mind (Harvard University Press) che dice: "Prima ancora di prendere autobus, aerei, elicotteri, navi, i viaggi cominciano nel cervello".
Noi sottovalutiamo l’olfatto, purtroppo. Rudyard Kipling annotava gli odori e li collezionava mentalmente. Trussardi li ha chiusi (per rieducarci?) in un flacone, ha disegnato una mappa invisibile con Le vie di Milano, sei ambiziosi itinerari olfattivi nella città un tantino depressa causa pandemia. C’è l’aperitivo a Porta Nuova, dove il "naso" Emilie Coppermann ha messo amaretto e foglie di mandarino. C’è Passeggiata in Galleria Vittorio Emanuele che evoca la fragranza dei bar e delle sale da tè, un cocktail di nocciola, vaniglia, caffè, tuberosa e cannella. C’è Vicoli di via Fiori Chiari che interpreta lo spirito ribelle degli artisti nel quartiere di Brera e il vin brulé sorseggiato in una giornata nebbiosa.
Vogliamo andare in Uk? Noble Isle è davvero Britain in a bottle: rabarbaro dello Yorkshire, fiori di sambuco e uva spina della Cornovaglia, rose dell’Hampshire, quercia di mare irlandese, malto d’orzo scozzese e barbabietole del Galles. Con Tea Rose, alle cinque in punto, entriamo in un grand hotel. Respiriamo foglie di tè nero keemun, petali di rosa inglese, gelsomino e salvia sclarea. Ma potremmo spostarci in Francia per il weekend regalato da Eau de Biarritz, un mix di note marine e fiorite. Un salto ancora più a sud. Cairo di Penhaligon’s offre una colazione in terrazzo mentre il sole sorge sulla capitale egiziana tra note dolci e speziate di zafferano, incenso e labdano.
Viaggi e profumi di Gianni De Martino e Luigi Cristiano (Ed.Apogeo) spiega gli odori del mondo, dalla desertica vallata del Dadès all’umida foresta messicana; dalla Fifth Avenue, cuore pulsante di New  York, alle Medine delle città arabe. Il legno di sandalo, l’Oud, le ambre e i muschi, le spezie, il caffè e l’incenso raccontano l’Oriente. Le Indie e il Sud est asiatico trovano la loro espressione in fiori come ylang ylang e gelsomino, nella frutta esotica e nelle piante aromatiche.
Voliamo alle Maldive grazie a Vaadhoo, ispirato all’atollo di Vaavu, a Sud di Malé. Nel cocktail ci sono zenzero, un pizzico basilico, gemme di cassis, gelsomino, geranio e semi di elicriso. A questo punto, mettiamoci anche l’Australia. Saskia Havekes, creatrice del brand Grandiflora Fragrance firma un profumo che le ricorda Sydney "in estate, quando i fiori ricoprono come un mantello la città e sbocciano sugli alberi, e la luce delle passeggiate nei boschi".
Il profumo ti fa arrivare dove vuoi. "Anche in un posto che non abbiamo mai visto", assicura  Sergio Momo, direttore creativo di Xerioff, profumi di lusso. Anche sulla Luna. La fragranza esiste davvero, si chiama Apollonia e nessuno può smentire che l’aria rarefatta del nostro satellite abbia questo odore. Almeno finché Elon Musk o la Nasa non ci porteranno lassù.
19.12.2020


Articoli Correlati
Leggi in anteprima
le notizie del Caffè

LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Luna e Marte nuove mete
di imprenditori visionari
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Predicatori e Stato islamico
tra i guerriglieri della costa
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Quei pochi cristiani in Iraq
tra le macerie di sé stessi
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Il mondo ha 44 sovrani
ma i "regni" contano poco
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Un viaggio tra i popoli
sull'idea del nuovo inizio
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Una Greta, tante Grete
per difendere l'ambiente
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Si pensi anche ai costi
causati da altre limitazioni

IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Londra,
omaggio
al principe
Filippo

La polveriera
Belfast
pronta
a scoppiare

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00