Il Lugano torna in parità contro lo Zsc nei quarti di finale
Immagini articolo
I playoff bianconeri
infiammano il ghiaccio
MASSIMO SCHIRA


Gioco duro, polemiche, squalifiche, sorprese, partite tiratissime. I playoff stanno letteralmente infiammando il ghiaccio del campionato svizzero di hockey. Gara-4 dei quarti di finale giocata ieri, sabato, ha confermato la "regola", con grande battaglia su tutte le piste. Ma la quarta serata di playoff ha anche detto che il Lugano è più vivo che mai. Per conferme, chiedere allo Zurigo, che si ritrova sul 2-2 nella serie dopo la vittoria bianconera per 3-2.
La partita della Resega ha ribadito in sostanza quanto già evidenziato dalle prime tre sfide tra Lugano e Zsc. Cioè che la differenza tra le due squadre è davvero minima. Con gli zurighesi a lavorare moltissimo e a crearsi numerose occasioni in situazione di 5 contro 5, ma con i bianconeri sempre in agguato e pungenti nello sfruttare rapidi turnover. A differenza dei tre precedenti incontri, però, sono anche le situazioni speciali a risultare importanti. Con tre gol realizzati in superiorità numerica. Due dal Lugano, uno dallo Zsc.
Sempre avanti nel punteggio, i bianconeri hanno mostrato ancora una volta grande carattere, trovando il "match winner" - udite, udite - in Patrick Zackrisson!
Sul fronte della lotta contro la retrocessione, l’Ambrì Piotta è sempre alla ricerca di un minimo di credibilità verso la "finale" dei playout a cui, da tempo, i leventinesi sono condannati. Un difficile lavoro alle fondamenta per il tecnico Gordie Dwyer, chiamato a salvare la "baracca" dall’incubo Serie B. Un lavoro, che, nella gara contro il Kloten, non ha prodotto effetto alcuno (6-2). Evidenziando una volta di più l’"encefalogramma piatto" in casa biancoblù. E la preoccupazione sale!  mschira@caffe.ch
12.03.2017


IL DOSSIER


I fatti e le opinioni
sulle vicende S.Anna
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
GRANDANGOLO

Ecco le cinque ricette
per salvare l'aeroporto
L'INCHIESTA

Quei crimini di guerra
"congelati" da Berna
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Salvacondotto Ue
per La Valletta
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Millennial al potere
ma non "correct"
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nella base americana
"Pronti, qui in Corea"
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Propaganda e verità
sono sempre in guerra
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Quelle vie d'uscita
per Gerusalemme
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Premiata a Locarno
la parodia del cinema
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
La pizza nasce local
ma è diventata global
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
12.12.2017
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel terzo trimestre 2017
11.12.2017
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, ottobre e terzo trimestre 2017
07.12.2017
Pubblicati orari e tariffe dei trasporti pubblici, validi dal 10 dicembre 2017 [www.ti.ch/trasporti]
04.12.2017
Militare: Visite di reclutamento 2018
04.12.2017
Caccia tardo autunnale: evoluzione delle catture al 04.12.2017 [www.ti.ch/caccia]
01.12.2017
Pubblicato il Rapporto al Gran Consiglio sull'aggiornamento delle Linee direttive 2015-2019
30.11.2017
Consegna degli attestati 2017 alle nuove Guardie della natura [www.ti.ch/natura]
29.11.2017
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria dell'11 dicembre prossimo
28.11.2017
Concorsi scolastici: sono aperti i concorsi per la nomina e l’incarico di docenti e operatori per l’anno scolastico 2018/2019
16.11.2017
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, ottobre 2017

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio




I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Al-Abadi
dichiara la fine
della guerra
all'Isis in Iraq

I 300 giorni
di carcere
del giornalista
Deniz Yucel