Successo per Kwiatkowski nella classica primaverile
Immagini articolo
Sanremo a sorpresa
con vittoria polacca
MASSIMO SCHIRA


A volte il ciclismo riesce ancora a sorprendere. Mentre tutti si attendevano la consueta volata di gruppo su Via Roma, a giocarsi la vittori della Milano-Sanremo, ieri, sabato, si sono presentati soltanto in tre. Peter Sagan, Julien Alaphilippe e Michal Kwiatkowski. Ha vinto Sagan, dunque, considerando l’abilità dello slovacco allo sprint. E invece no, perché alla sorpresa di vedere un terzetto disputarsi il successo, si aggiunge un’altra sorpresa, con il polacco della Sky a beffare il campione del Mondo in carica.
Il film della corsa merita davvero di essere riavvolto. Come ormai da tradizione, la "corsa dei fiori" è stata caratterizzata da una fuga partita alle prime pedalate verso Sanremo. Ad inserirsi nel tentativo di giornata, dieci corridori, prontamente riacciuffati dal plotone ad una trentina di chilometri dalla linea del traguardo. Al ricongiungimento, sulla Cipressa, il ritmo sale, ma è sul Poggio che succede l’inimmaginabile. Perché Sagan attacca furiosamente negli ultimi chilometri e solo Kwiatkowski e Alaphilippe riescono a seguirlo.
In fondo alla discesa, a 2,5 chilometri dal traguardo, i tre vantano quasi 20 secondi di margine sul gruppo. Che bastano e avanzano. In volata Sagan parte lunghissimo, convinto dei suoi mezzi. Ma il dominatore della prima classica monumento della stagione, stavolta, si fa rimontare. E il polacco con un colpo di reni lo precede di un soffio. "Non ci posso credere - ha commentato il vincitore -. La corsa è stata un po’ più semplice da leggere rispetto agli anni scorsi, ma abbiamo fatto un lavoro perfetto. Con la squadra stavamo lavorando per portare Elia Viviani nella miglior posizione per lo sprint, ma quando sul Poggio è partito Sagan, l’ho seguito, non potevo fare altrimenti. Per me è un’emozione incredibile. Questo è un giorno straordinario".

mschira@caffe.ch
19.03.2017


IL DOSSIER


I fatti e le opinioni
sulle vicende S.Anna
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
GRANDANGOLO

Ecco le cinque ricette
per salvare l'aeroporto
L'INCHIESTA

Quei crimini di guerra
"congelati" da Berna
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Salvacondotto Ue
per La Valletta
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Millennial al potere
ma non "correct"
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nella base americana
"Pronti, qui in Corea"
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Propaganda e verità
sono sempre in guerra
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Quelle vie d'uscita
per Gerusalemme
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Premiata a Locarno
la parodia del cinema
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
La pizza nasce local
ma è diventata global
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
12.12.2017
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel terzo trimestre 2017
11.12.2017
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, ottobre e terzo trimestre 2017
07.12.2017
Pubblicati orari e tariffe dei trasporti pubblici, validi dal 10 dicembre 2017 [www.ti.ch/trasporti]
04.12.2017
Militare: Visite di reclutamento 2018
04.12.2017
Caccia tardo autunnale: evoluzione delle catture al 04.12.2017 [www.ti.ch/caccia]
01.12.2017
Pubblicato il Rapporto al Gran Consiglio sull'aggiornamento delle Linee direttive 2015-2019
30.11.2017
Consegna degli attestati 2017 alle nuove Guardie della natura [www.ti.ch/natura]
29.11.2017
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria dell'11 dicembre prossimo
28.11.2017
Concorsi scolastici: sono aperti i concorsi per la nomina e l’incarico di docenti e operatori per l’anno scolastico 2018/2019
16.11.2017
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, ottobre 2017

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio




I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Al-Abadi
dichiara la fine
della guerra
all'Isis in Iraq

I 300 giorni
di carcere
del giornalista
Deniz Yucel