Igna Wojtyna Politano assiste cani e gatti per le vie
Immagini articolo
'Io, veterinaria di strada
curo gli animali 'poveri'
ANDREA BERTAGNI


Igna Wojtyna Politano, 42enne di Regensdorf, località alle porte di Zurigo, non è una veterinaria come le altre. Lei, gli animali li visita per strada. Si prende cura di cani, gatti, uccelli e roditori di persone indigenti, che non hanno denaro sufficiente per pagare un veterinario. "Ormai faccio questo lavoro da anni - spiega al Caffè Igna - e l’esperienza è davvero appagante". Anche perché, il più delle volte, non si occupa solo della salute di quattrozampe, ma fa incontri molto arricchenti. "Ci sono occasioni in cui mi commuovo, quando vedo in quali situazioni di vita indegne sono costrette a vivere alcune persone, molte di più di quanto si pensi".
Ecco perché Igna Wojtyna Politano non si risparmia e, grazie all’aiuto di associazioni e fondazioni private, percorre la Svizzera, o meglio, le sue città in soccorso a chi bisogno. Da Zurigo a Berna, da Bienne a Basilea. Oltre a questo è madre di tre figlie e gestisce un ambulatorio veterinario a Regensdorf. Insomma, non un impegno da poco.  Ma è convinta che il suo lavoro sia molto utile. "Bisogna essere flessibili - dice - perché ci sono sempre delle sorprese. La mancanza di strutture diagnostiche e chirurgiche nei locali che di volta in volta siamo autorizzati a utilizzare richiede cooperazione". Oltre alle cure mediche di base, vengono infatti eseguite operazioni veterinarie, come castrazioni o sterilizzazioni e dispensaati consigli sull’alimentazione.  
Le cure non sono prestate sui marciapiedi, qui al massimo c’è il primo colloquio. Poi Igna trova sempre dei locali che qualcuno le mette a disposizione. A Zurigo, ad esempio, c’è un ristorante e qui Igna si reca due volte alla settimana. A Basilea è una cucina messa a disposizione una volta al mese da un’associazione. "Senza questa offerta molte persone e i loro amici si ritroverebbero in grandi difficoltà". E intanto lei vaccina, fa trattamenti contro i parassiti e medica le ferite.
Non è sola Igna nel suo impegno sociale. Quasi sempre è accompagnata da uno psicologo che fornisce assistenza alle persone emarginate, le quali, la maggior parte delle volte, hanno solo un gatto o un cane con cui condividere la solitudine. Storie non facili. Di vita vissuta ai margini. Che la veterinaria affronta però con il sorriso. "È sempre stato il mio sogno dare un sostegno di questo tipo a chi è in difficoltà", dice -. Alcuni si preoccupano più dei loro amici animali che di se stessi".  
Il progetto a Zurigo è sostenuto dalla Sozialwerke Pfarrer Sieber, fondazione creata dal pastore protestante zurighese Ernst Sieber, recentemente scomparso, che presta aiuto a quasi 5milaa persone che si trovano in difficoltà: tossicodipendenti, gente senza fissa dimora, disoccupati, beneficiari di assistenza sociale, pensionati che fanno fatica ad arrivare alla fine del mese. Ed è proprio la fondazione a farsi carico delle spese ambulatoriali.
Un esempio? "Una signora in pensione non poteva permettersi la castrazione della sua cagnolina secondo le tariffe di un veterinario ‘normale’ - racconta Igna - grazie al progetto della Sozialwerke Pfarrer Sieber è stato invece possibile, tutte le spese sono state coperte".
A Basilea, invece, la veterinaria collabora con la fondazione Susy-Utzinger e l’associazione Schwarze Peter che da più di trent’anni è attiva nel sociale. È infatti nella cucina dell’associazione che Igna si prende cura degli animali ammalati.
Cure e medicine sono garantite da donazioni. E quindi, giocoforza, limitate. Anche perché non sono gratis.

abertagni@caffe.ch
04.11.2018


LO STUDIO

La qualità
dei media svizzeri
IL DOSSIER


La contestata
legge di polizia
IL DOSSIER


Rimborsopoli
IL DOSSIER


Le polemiche
sul Cardiocentro
IL DOSSIER


La passerella
sul Verbano
IL DOSSIER


Microplastiche
piaga dei laghi
GRANDANGOLO

"Su Argo 1 il governo
ha delle responsabilità"
L'INCHIESTA

Interessi immobiiari
dietro i milioni in pista
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

La giovane Greta
contro le energie fossili
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
La Brexit un divorzio
che non avrà vincitori
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Dalla Russia a Roma
le avventure degli 007
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
La Libia aspetta
lo scontro finale
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Dramma e commedia
al Festival di Locarno
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Otto appuntamenti
nel mondo che muta
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
La rivoluzione parte
dal carrello della spesa
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Siccità, piogge e uragani
nel sordo allarme clima
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
18.01.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, dicembre 2018
15.01.2019
Concorso per funzioni di direzione e vicedirezione delle scuole professionali secondarie e superiori per il periodo 2019-2023.
09.01.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 21 gennaio prossimo
31.12.2018
La Sezione forestale comunica che il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto (RLCFo/RaLLI) è in vigore a partire da lunedì 31 dicembre 2018 alle ore 09.00 a causa del pericolo d'incendio di boschi. La misura è attiva su tutto il territorio cantonale.
21.12.2018
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale: andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, dicembre 2018
20.12.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, novembre 2018
18.12.2018
Licenziato il messaggio relativo all’approvazione del Piano cantonale delle aggregazioni
12.12.2018
Ampliato il ventaglio dei colori per le mappe della qualità dell'aria [www.ti.ch/oasi]
09.12.2018
Nuovo orario 2019 per i mezzi di trasporto pubblico in Ticino [www.ti.ch/trasporti]
07.12.2018
Concorsi scolastici 2019/2020 - è aperto il concorso per la nomina e l'incarico di docenti e operatori

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

La pubblicità
Per chi vuole
comunicare
con il Caffè
App
"Il Caffè+"
per iPad e iPhone
Scarica »
App
"Il Caffè+"
per Android
Scarica »
Rezzonico
Editore
Tessiner Zeitung
Vai al sito »



I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Ungheria
di nuovo
in piazza
contro Orban

Messico:
65 morti
durante furto
di combustibile